Il meglio della tecnologia, inventata la macchina per conservare gli avocado

Una macchina in grado di conservare gli avocado a lungo è stata brevettata da una compagnia australiana. Ecco come funziona questo sorprendente strumento

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: flickr

La macchina per conservare gli avocado arriva dall’Australia e si appresta a rivoluzionare le abitudini alimentari di quanti apprezzano questo gustoso frutto, ricco di antiossidanti ed energia. Il merito di questa scoperta va a una compagnia dell’isola-continente, la Naturo Technologies, che è riuscita a brevettare un macchinario dalle sorprendenti proprietà. In pratica lo strumento rallenta il processo di ossidazione del frutto senza utilizzare alcun trattamento chimico, rallentando notevolmente l’imbrunire della polpa una volta che l’avocado è stato aperto. Uno degli scopritori di questo processo è un ingegnere agrario, Jeff Hastings.

L’uomo era particolarmente seccato dalla grande quantità di polpa che egli era costretto a gettare via una volta aperto l’avocado, frutto del quale è ghiotto. Da questa banale ragione Hastings ha iniziato a lavorare a un particolare progetto che permettesse di preservare il colore verde e brillante del frutto tropicale, perfetto da gustare soprattutto quando è maturo al punto giusto. L’ingegniere si è adoperato per cercare di rallentare il processo di un enzima presente nella polpa dell’avocado e che è il principale responsabile dell’imbrunire interno una volta aperto il frutto.

Hastings non ha voluto rivelare alla stampa il segreto grazie al quale avviene il rallentamento dell’enzima, ma ha fatto comunque sapere attraverso un particolare macchinario la polpa si conserva verde per molto tempo. In sostanza basta mettere il frutto, aperto o tagliato, all’interno del nastro trasportato per 5 o 6 minuti, in modo che il processo faccia effetto. Una volta che l’avocado è stato trattato lo si può nuovamente prendere e questa volta, fa notare l’ingegniere, l’interno rimarrà verde addirittura per dieci giorni, anziché poche ore, prima di ossidarsi.

Il Natavo Zero, come è stato ribattezzato il processo alla base della macchina conserva avocado, si basa su una particolare combinazione di pressione, calore e vapore, che tutti insieme permettono di rallentare notevolmente l’azione enzimatica. La Naturo Technologies al momento sta lavorando su due macchinari, uno in grado di agire su 250 kg di avocado all’ora e l’altro che tocca i 500 kg orari. L’obiettivo dell’azienda originaria del Queensland, luogo conosciuto per la Grande Barriera Corallina, è quello di lanciare nel futuro dei macchinari per la grande produzione industrale. Il tutto nell’ottica di una lavorazione 100% green e naturale dei prodotti.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti