Il miglior cibo n. 1 per il tuo cervello: non si tratta del pesce

C'è un alimento che secondo diversi studi aiuta a mantenere in salute il cervello, e a sorpresa non è il pesce.

Fonte: 123rf

Quando vuoi mantenere la tua mente sveglia e sana, molti cibi possono aiutare a ridurre il rischio di malattie e potenzialmente prevenire la perdita di memoria. Secondo la Mayo Clinic, le persone che mangiavano pesce una volta alla settimana hanno ottenuto punteggi migliori nei test di memoria. Gli scienziati hanno collegato le verdure a foglia verde a un minor rischio di demenza e un bicchiere di vino potrebbe persino migliorare il flusso sanguigno e prevenire gli ictus. Ma c’è un cibo i cui vantaggi lo posizionano direttamente al primo posto.

Quando senti un’improvvisa voglia di zucchero o semplicemente un languorino, prendi i frutti di bosco. Uno studio condotto nell’arco di due decenni ha rivelato che i partecipanti che hanno mangiato più mirtilli e fragole hanno visto la minor quantità di declino mentale nel corso degli anni e gli scienziati hanno collegato questo vantaggio all’elevata concentrazione di flavonoidi in questi alimenti. Per ottenere i massimi benefici, sarebbe bene inserire due porzioni di frutta nella propria dieta a settimana.

Uno studio della Rutgers University ha scoperto che i partecipanti giovani e meno giovani che mangiavano mirtilli avevano un migliore richiamo della memoria a causa dell’aumento del flusso sanguigno al cervello.

I frutti di bosco possono contenere il segreto per una migliore salute del cervello grazie a un ingrediente particolare. Uno studio pubblicato su Current Opinion in Clinical Nutrition and Metabolic Care ha evidenziato che il consumo di queste bacche ha la capacità di prevenire il degrado mentale grazie agli alti livelli di antiossidanti. Nello specifico, il consumo di bacche è direttamente legato alla conservazione delle capacità dei neuroni nel corso dell’anno e alla riduzione dei danni da fattori di stress.

Attraverso un intenso studio gli scienziati alla fine hanno individuato perché le bacche avvantaggiano il cervello: è merito dell’alto contenuto di flavonoidi di questi frutti. Di conseguenza, i risultati hanno determinato che una migliore salute mentale a lungo termine è direttamente legata al consumo di questo importante composto chimico.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti