Il MIT ha inventato una fotocamera che legge i libri chiusi

Il MIT è pronta a far uscire sul mercato la nuova fotocamera per leggere i libri anche quando sono chiusi

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

A volte sarebbe bello poter leggere attraverso un libro chiuso, per esempio quando si vuol capire cosa sta leggendo la persona seduta davanti a noi in treno. Oppure capire di che parla semplicemente guardandone la copertina. Ora, grazie agli scienziati del MIT è possibile. Sono riusciti ad inventare una tecnologia che attraversa le pagine di un libro e legge le parole al suo interno fino a 9 pagine di profondità.

Barmak Heshmat, un ricercatore del MIT Media Lab, e il suo team di scienziati del Camera Culture group hanno sviluppato una fotocamera che usa radiazioni terahertz per guardare attraverso le pagine di un libro. Il team di scienziati comprende, oltre ad Heshmat, Ramesh Raskar, and Albert Redo Sanchez del MIT, e Justin Romberg e Alireza Aghasi dalla Georgia Tech,

La tecnologia

Hanno scelto le radiazioni terahertz tra tutte quelle disponibili perché reagiscono in modo diverso in base alla composizione chimica dell’oggetto preso in considerazione. Diversi composti chimici reagiscono in maniera diversa in base alla frequenza a cui sono sottoposti. Le frequenze possono essere misurate e in questo modo gli scienziati sono in grado di distinguere uno spazio che contiene una lettera da uno spazio bianco.

La parte più importante della scoperta è però la tecnologia temporale. Infatti per le frequenze terahertz mandate sulle pagine di un libro chiuso viene anche misurata la quantità di tempo che ci mettono ad arrivare a destinazione. In base a questo è possibile distinguere una pagina da un altra. Altrimenti tutte le lettere nelle diverse pagine risulterebbero sovrapposte e non si potrebbe leggere nulla.

Gli utilizzi

Purtroppo per ora la tecnologia sviluppata permette di vedere in maniera chiara solo attraverso 9 strati di pagine. Oltre quella soglia, le lettere rilevate non hanno contorni chiari e il meccanismo non riesce a riconoscerle. Gli scienziati del MIT sperano presto di riuscire a sviluppare una tecnologia più potente, in grado di leggere attraverso un intero tomo.

La scoperta ha già trovato molti utilizzi, si può usare per leggere antichi libri che non possono essere sfogliati perché troppo delicati:“Il Metropolitan si è dimostrato molto interessato in questo, perché vogliono, ad esempio, guardare in qualche libro antico che non vogliono nemmeno toccare”. Oppure può essere sfruttata nello spionaggio o nel campo degli hacker. Il meccanismo infatti è in grado di eludere i vari captcha che impediscono ai robot di fare certe azioni su internet.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti