Il museo pet friendly che mette a disposizione un dog sitter

Un servizio reso possibile grazie a un accordo siglato tra Istituzione Bologna Musei e Bauadvisor

18 Maggio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: 123rf

‘Pet-friendly’, così possono definirsi ora i musei civici di Bologna. Il tutto grazie ad un accordo siglato tra Istituzione Bologna Musei e Bauadvisor, nuovo portale di comunicazione e servizi globali e innovativi dedicato al mondo dei cani e dei loro proprietari. Come riporta Ansa, le esigenze di accesso agli spazi museali e dei cani potranno conciliarsi grazie al servizio di dog-sitting Dogs & Museum, ideato da Bauadvisor, che consente ai proprietari di amici a 4 zampe di godersi l’esperienza di visita, affidando a un dog sitter professionista la cura dei propri animali per l’intera durata della permanenza in un museo.

Per usufruire del servizio ci si può prenotare attraverso il portale www.bauadvisor.it e l’app Bauadvisor. Una volta effettuata la prenotazione, gli esperti del team saranno pronti per accogliere il visitatore davanti all’ingresso della sede museale indicata e prendere in consegna temporanea il cane, per farlo passeggiare e divertire nelle aree a verde vicine al museo, fino a quando la visita del padrone si sarà conclusa.

L’Istituzione Bologna Musei è il primo sistema museale italiano a dotarsi di un servizio di intrattenimento dog-friendly per i visitatori. La sua estensione in 13 sedi espositive, per sei aree tematiche che spaziano dall’archeologia alla musica, dall’arte antica a quella moderna e contemporanea, dal patrimonio industriale e cultura tecnica ai temi di storia e memoria, fa sì che Bologna possa qualificarsi tra le prime città in Italia per turismo culturale “a portata di zampa”.

Sono anche stati sviluppati i primi percorsi tematici che propongono una chiave insolita per conoscere il patrimonio museale civico attraverso l’effigie di questo animale, tra i più rappresentati nella storia dell’arte. I nuovi itinerari di visita riguardano le collezioni di nove musei: Museo Civico Archeologico, Collezioni Comunali d’Arte, Museo Civico Medievale, Museo Davia Bargellini, Museo internazionale e biblioteca della musica, Museo civico del Risorgimento, Museo del Patrimonio Industriale, MAMbo – Museo d’Arte Moderna e Museo Morandi.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti