Il nuovo capo del Pentagono Mattis dice che la Nato ha un ruolo chiave

Trump aveva detto che è "obsoleta"

Fonte: Copyright (c) APCOM.

New York, 24 gen. (askanews) – Il neo segretario americano alla Difesa prende le distanze da Donald Trump sulla Nato. Come già fatto nel corso dell’audizione per la conferma della sua nomina, James Mattis considera “chiave” il ruolo della Nato, l’organizzazione creata nel secondo dopoguerra che per il 45esimo presidente Usa è invece “obsoleta”. L’ha detto ieri in una telefonata con Jens Stoltenberg, segretario generale della Nato.

Il primo ex generale a guidare il Pentagono dagli anni ’50 del secolo scorso, chiamato “cane pazzo”, ha chiamato ieri nel tardo pomeriggio americano Stoltenberg con l’intento di “riprendere i contatti e discutere del ruolo chiave che la Nato svolge nella sicurezza transatlantica”. Come spiegato in una nota diffusa da Jeff Davis, portavoce del Pentagono, Mattis ha voluto “fare la telefonata nel suo primo giorno intero in carica per rafforzare l’importanza che lui dà all’alleanza”.

Il capo del dipartimento della Difesa e Stoltenberg hanno “discusso dell’importanza dei nostri valori condivisi”; il segretario generale della Nato “ha enfatizzato che quando si guarda agli alleati cercando aiuto nella difesa di questi valori, gli Usa iniziano sempre dall’Europa”. I due si sono impegnati a “consultarsi” nei mesi a venire e si dicono “impazienti” di incontrarsi di persona all’incontro dei ministri della Difesa dei Paesi Nato di febbraio.

Sempre ieri, Mattis ha chiamato la controparte britannica (Michael Fallon) e quella canadese (Harjit Sajjan). Al primo ha detto che Usa e Regno Unito “godranno sempre di una unica relazione stretta, riflesso dei nostri legami nella difesa che sono alla base della sicurezza Usa”. E a Fallon che Mattis ha promesso un impegno “inamovibile” nei confronti della Nato e ha fornito “ringraziamenti” per l’impegno di Londra a spendere il 2% del Pil nella difesa e nella sicurezza internazionale. In vista dell’incontro di venerdì prossimo tra Trump e il premier Theresa May, i due si sono detti d’accordo a “mantenere il focus sulla lotta all’Isis”.

Con Sajjan, il numero uno al Pentagono ha ribadito l’importanza “vitale” dell’impegno di Usa e Canada nella difesa nordamericana e nel North American Aerospace Defense Command.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti