Il nuovo murale di Cheone a Milano è ispirato a Gaudí

Nel cuore di Milano, in corso di porta Romana, lo street artist Cheone ha realizzato la sua nuova opera. E sembra di essere a Barcellona.

28 Luglio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Ma è Milano o Barcellona? È un po’ questa la curiosa sensazione che si prova davanti all’ultimo lavoro dello street artist Cheone. Nel cuore di Milano, lungo corso di porta Romana al civico 111, sorge casa Maiocchi, elegante palazzo art déco che ha deciso di darsi una bella rinfrescata. La sua storia è già molto prestigiosa: progettata dall’architetto Piero Portaluppi (lo stesso di villa Necchi Campiglio, bene meneghino gestito dal FAI), l’abitazione fu costruita nel 1920 e completata successivamente nel medesimo stile.

Cinque i piani su cui si sviluppa la storica palazzina, che risulta bipartita grazie a una colonna centrale che sorregge un timpano curvo. Allo stesso modo anche altri elementi decorativi hanno linee ricurve, come i balconi più alti, alcune finestre e la trifora che domina la facciata. Già di per sé, dunque, è un piccolo gioiello che spicca tra gli edifici contigui di epoca più recente e squadrati.

In continuità con le sue forme, l’artista lombardo Cheone è intervenuto realizzando un enorme murale su una delle pareti cieche laterali. L’ispirazione è quella inconfondibile di Gaudí e va a sostituire la mega cartellonista pubblicitaria spesso usata a copertura della superficie. Con un andamento quasi onirico e deformato, finestre e balconi della facciata sembrano replicarsi anche lateralmente. E il tratto riporta alla mente Casa Batlló e La Pedrera dell’architetto catalano ma richiama anche Dalí con i suoi orologi fusi.

Un tocco fiabesco, dunque, colora il centro di Milano che ha subito reso quell’angolo del capoluogo in luogo apprezzatissimo per fotografie e selfie. Ultimata durante la giornata di lunedì 26 luglio, l’opera “in scioglimento” di Cosimo Caiffa in arte Cheone è di certo destinata a trasformare casa Maiocchi in una tappa fissa negli itinerari milanesi.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti