Il paradosso di Facebook: perché altera la percezione del tempo

Capita a tutti di perdere la percezione del tempo. Si tratta di un fenomeno semplice che caratterizza la quotidianità di molte persone

Fonte: Pixabay

Capita a tutti di perdere la percezione del tempo. Si tratta di un fenomeno semplice che caratterizza la quotidianità di molte persone. Si sta lì magari a fissare il vuoto oppure a dedicare pochi attimi ad un’attività o ad un passatempo piacevole, per rendesi poi conto che in realtà di tempo ne è passato anche troppo. Si tratta di un inganno della mente che in parte interessò anche la teoria della relatività di Einstein, seppur solo sotto forma di esempio.

Questo fenomeno si verifica spesso quando diamo una rapida, si fa per dire, occhiata alla Home e alle bacheche altrui. Fenomeno che ha interessato alcuni scienziati. I ricercatori del Kent, infatti, hanno dimostrato che quando siamo online la nostra percezione temporale risulta alterata. Nello specifico accade che gli stimoli recepiti dall’essere connessi sono gli stessi che accompagnano il senso di eccitazione e che dunque non ci permettono di percepire il passare del tempo in maniera regolare.

Lo svolgersi dell’esperimento

L’esperimento si basava sul mostrare a delle persone diverse immagini, alcune prese da Internet, altre rappresentate proprio su Facebook ed altre erano cartacee. Venivano mostrate per lo stesso tempo a tutte le persone e a queste era poi chiesto per quanto tempo erano state esposte.

Le persone che hanno partecipato a questo semplice esperimento hanno dichiarato tempi diversi per le varie fotografie, nonostante, ricordiamolo, in realtà venissero mostrate per tempi identici. Le immagini di Facebook  parevano apparire per minor tempo mentre le tradizionali foto davano l’impressione di essere state esposte per un tempo maggiore. Nel mezzo, invece, quelle caricate su siti web qualsiasi. Ciò ha dimostrato che la percezione temporale viene modificata dall’uso di Internet e che inoltre le lancette scorrono più velocemente se si tratta di un social.

Facebook oggi

Il celebre social network di certo non aiuta in ciò, con tutte le novità che col tempo concepisce, pur di non farsi affondare dalla concorrenza. Si tratta a volte di soluzioni semplici che permettono però gli utenti di riempire le proprie bacheche di stati d’ogni genere. Prendiamo ad esempio i post colorati che hanno avuto da subito un grande riscontro. Inoltre, Facebook è un’incredibile ritrovo di gossip d’ogni genere.

Bisogna comunque fare attenzione. Girano virus, trappole d’ogni genere. Purtroppo capita a volte che il proprio account venga rubato. In quel caso ci sono diverse cose da dover fare. Insomma, perdere il proprio tempo online è un conto, perdere la propria privacy è tutt’altra cosa.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti