Il pon pon sui cappelli non è nato per caso

Perché in cima ai cappelli ci sono i pon pon? Ecco spiegata la ragione della presenza di questo vezzo estetico

31 Dicembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

Vi siete mai chiesti come mai gran parte dei cappellini (specie quelli di lana o realizzati a mano) abbiano dei pon pon sulla punta? Anche quello più celebre al mondo, il cappello rosso indossato da Babbo Natale, ne ha in cima uno tutto bianco. E, a quanto pare, il mistero della sua presenza è stato recentemente svelato da un thread di Reddit.

Il pon pon sui cappelli è infatti un vezzo che risale addirittura all’era dei vichingi, dalla natura sì estetica ma anche funzionale. È proprio in Scandinavia che il suo utilizzo si sarebbe diffuso in origine. A dimostrarlo ci sono alcune rappresentazioni di Frey, il dio norreno della bellezza e della fecondità, che lo dipingono mentre indossa un elmo alla cui punta c’è, appunto, un pon pon.

La sua funzione, dunque, era probabilmente quella di ‘nascondere’ la parte finale del cappello, per arrotondarne la punta o celarne eventuali difetti o imperfezioni. E, al contempo, per dare un aspetto migliore all’intero manufatto. La stessa parola, ‘pon pon’ (o, in inglese, pom pom), è un’italianizzazione del francese pompon, che si riferisce a una ‘sfera decorativa’.

Questa però non è l’unica ipotesi che circola sull’utilizzo del pon pon sui cappelli. Molti sostengono che siano stati inseriti in cima ai cappelli per un motivo molto più semplice: facilitarne la rimozione. Altri, invece, fanno risalire la loro diffusione all’arte militare. Nell’età napoleonica, infatti, i pon pon in cima ai cappelli dei soldati indicavano la compagnia di appartenenza del singolo milite, in base al suo colore. Utilizzi simili si sono visti anche in altri eserciti del mondo.

La possibilità più concreta, però, è che tutte le ragioni sopra elencate che hanno portato i primi pon pon in cima ai cappelli abbiano a loro modo contribuito alla diffusione di quella ‘sfera decorativa’ che oggi tanto spesso ritroviamo, soprattutto in inverno.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti