Il ristorante di Londra in cui cucinano le mamme in trasferta

Ogni tre mesi arrivano mamme da ogni parte d'Italia, con l'obiettivo di portare ai londinesi la loro idea di cucina: il risultato è "La mia mamma"

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Se qualcuno di voi che legge è stato studente fuori sede, sa cosa significa avere la mamma, propria o di un coinquilino, in visita a casa: significa casa splendente, vestiti lavati e stirati e soprattutto pasti deliziosi in tavola. In genere funziona così, soprattutto se la mamma in questione viene dal Sud Italia.

Tre giovani italiani, Giuseppe Corsaro, Luca Maggiora e Corrado Mozzillo, hanno preso questa idea, l’hanno trapiantata all’estero e trasformata in business: la mamma in visita non è in una città del nord, ma a Londra, e non cucina a casa ma in un ristorante, dove ogni tre mesi si alterna ad altre mamme.

Mamma Maribel dall'Aquila Mamma Anna da Siracusa

crediti foto @Giulia Verdinelli

Tutto questo è “La mia mamma”, ristorante londinese che sta per fare il bis, affiancato a un negozio online e a una gastronomia.

Le mamme cambiano ogni tre mesi ed arrivano da ogni regione d’Italia, con un meccanismo che sembra quello di un programma tv: portano le loro ricette e devono organizzare la cucina, insegnando i loro trucchi agli aiuto-cuochi e dirigendo la baracca in tutto e per tutto. Insieme alla loro abilità in cucina portano il loro essere mamme: coccolano i clienti, ma sono anche pronte a sgridarli se non finiscono il piatto o se si lamentano di qualcosa. Uno spettacolo che i clienti di ogni nazionalità adorano.

Le mamme si candidano online e per tre mesi vengono regolamente stipendiate: come racconta Krisha Baduge, marketing manager della società a Business Insider, lo chiamano “il mio Erasmus” e ne sono entusiaste. Alcune hanno qui figli e nipoti e ne approfittano per stare insieme a loro, altre sono in cerca di un’opportunità nuova, vogliono cambiare vita e lavoro oppure semplicemente divertirsi, libere dagli impegni familiari.

La Brexit prima e il Covid poi hanno messo qualche bastone fra le ruote a questo bel progetto, ma i ragazzi di “La mia mamma” sono riusciti ad andare avanti lanciando anche l’iniziativa “Il pacco di mamma”, una cassetta di prodotti tipici spedita in tutto il Regno Unito e aprendo un negozio di alimentari a Notting Hill.

Di loro parla anche il prestigioso The Times, chiamandole “The Mammas”

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti