Il ritorno dei Gorillaz, la band a 'cartoni animati' più amata

I Gorillaz, la band virtuale capitanata da Damon Albarn, leader dei Blur, e dal fumettista Jamie Hewlett, sta per tornare sul palco

L’attesa è finita: stanno per tornare i Gorillaz, una delle band ‘virtuali’ più amate dal pubblico, tanto per le loro canzoni fatte di un ammaliante pop elettronico quanto per la loro divertente immagine ‘fumettistica’.

I Gorillaz hanno infatti annunciato il loro ritorno sui palchi in occasione del ‘Demon Dayz Festival’, da loro organizzato e in programma il 10 giugno al parco giochi Dreamland di Margate, nel Kent.

Conosce così una data concreta il lungo riavvicinamento allo ‘showbiz’ reale della band ‘open project’ guidata da Damon Albarn, leader anche dei Blur, e dal fumettista Jamie Hewlett. I due erano riapparsi sui profili social lo scorso settembre con una serie di interventi, culminati con la pubblicazione di “Hallelujah Money”, prima nuova canzone dopo sei anni, che vedeva la partecipazione di Benjamin Clementine.

Il brano,messo online con il relativo video poco prima della cerimonia di insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca, in chiara polemica con il nuovo presidente degli Stati Uniti, è il singolo che precede il prossimo album, del quale tuttavia non esiste ancora una data d’uscita ufficiale.

In preparazione da oltre due anni e a sei anni dal precedente, “The Fall”, il disco pare comunque in dirittura d’arrivo, tanto che Damon Albarn ha già svelato come il lavoro sia sostanzialmente completato e che sono già iniziate pure le prove per il live. Dall’altra parte, Hewlett ha invitato alla calma: “le nuove canzoni sono davvero, fot********e speciali – ha dichiarato Jamie – Proprio per questo, non bisogna avere fretta per completare l’album”.

Vista la qualità della musica prodotta dai Gorillaz, a questo punto vale la pena di aspettare ancora un po’.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti