Il ritorno di Furore in tv con Alessandro Greco, Gigi & Ross

Furore torna a distanza di 20 anni. Scopri cosa e come è cambiato

Fonte: Instagram

Venerdì 31 marzo alle ore 21:20 andrà in onda su Rai2 Furore, condotto da Alessandro Greco e dal duo comico partenopeo Gigi&Ross. Si tratta di un atteso ritorno. Il format mancava dai palinsesti italiani da ben 20 anni. La trasmissione sarà prodotta in collaborazione con Endemol. Riprenderà alcuni dei giochi proposti già in edizioni precedenti ed anche nuove sfide. L’obiettivo rimane sempre quello di divertire il pubblico.

Il programma si basa infatti su una sfida musicale. I concorrenti sono dei VIP divisi in ragazzi e ragazze. Tra i giochi storici ricordiamo “La canzone interrotta” e “Il karaoke arcobaleno”. I primi due ospiti confermati per l’episodio pilota sono Sandy Marton e Alexia. Vedremo se il pubblico accoglierà questo programma come ha già fatto tempo fa.

Il motivo del ritorno

Ilaria Dallatana, direttice di Rai 2, spiega che, quando si proponevano show musicali all’estero, in molti facevano ancora riferimento a qualcosa che rimandasse a Furore. Per questa ragione invece di mettere su un’imitazione inutile, si è deciso di riproporlo in chiave contemporanea. Questo ritorno, inoltre, per la direttrice risponde ad un’altra esigenza. Nell’epoca di Amici, X Factor, Italia’s Got Talent e altro, è giusto far vivere la competizione musicale in maniera meno drammatizzata.

Intanto cominciano a delinearsi i due team che si fronteggeranno. Nella squadra femminile avremo Licia Colò, Pamela Prati, Francesca Piccini, Tina Cipollari e Mariana Rodriguez. Dall’altro lato abbiamo invece Francesco Arca, Simone di Matteo, Max Giusti, Mirco Bergamasco e Fabio De Vivo. Vedremo chi di loro trionferà. Il divertimento pare comunque assicurato.

Le dichiarazioni dei protagonisti

Alessandro Greco si è dichiarato davvero soddisfatto di ciò. Non tutti i programmi del passato possono vantare un ritorno a distanza di tanto tempo, indipendentemente dal successo ottenuto. Il conduttore potrà contare inoltre su un qualcosa che a 25 anni magari non poteva avere:l’esperienza.

Furore dovrà ora confrontarsi con un modo di fare televisione totalmente nuovo. Dovrà infatti coinvolgere il mondo dei social, assolutamente ignoto negli anni ’90. L’uso di hastags e altro sarà necessario per un format, d’origine francese, che ha fatto del coinvolgimento del pubblico la ragione principale del proprio successo. Vedremo se questa nuova edizione bisserà quelle precedenti.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti