Il trucco per avere l'armadio in ordine: cosa fare la sera prima

Mettere in ordine l'armadio è il vostro incubo peggiore? Non con questo semplice trucco. Ecco come fare per evitare il caos

15 Ottobre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Alzi la mano chi, davanti all’armadio aperto, non ha mai sussurrato tra sé e sé: “Non ho niente da mettere!” Una frase che ripetiamo spesso, un po’ tutti, nonostante ripiani e appendiabiti strabordino di abiti. Forse è arrivato il momento di liberare un po’ di spazio (mai pensato a un armadio ripostiglio?), fare ordine ed eliminare ciò che non indossiamo più, magari donandolo ad associazioni di volontariato o alla parrocchia del nostro quartiere. Ciò che resta nell’armadio, però, deve essere in ordine: ogni cosa va al suo posto. Dopo aver fatto il cambio di stagione ed esservi liberati dei capi in eccesso ormai inutilizzati, il grosso è fatto. Ora resta solo seguire le buone abitudini quotidiane affinché l’organizzazione dei vostri vestiti e accessori duri più a lungo possibile.

A suggerirci qualche piccolo trucco per tenere l’armadio in ordine è Elena Dossi, una esperta professional organizer in grado di trasformare ogni armadio nel guardaroba perfetto. Partiamo da quella sedia in camera da letto: da quando è che non togliete tutti quei vestiti che ci avete poggiato sopra? Prima o poi è il caso di metterci mano, ma l’ideale sarebbe non arrivare a quello stadio di confusione. Dopo aver provato una maglia che però non stava bene con il pantalone che abbiamo scelto, ripieghiamola e mettiamolo al suo posto così eviteremo di innalzare la montagna di vestiti accanto al letto. “Bastano pochi minuti mentre ci prepariamo o la sera prima di coricarci” suggerisce Elena.

E per il caos nell’armadio e nei cassetti? Intanto, consiglia l’esperta, “dividiamo tutto per categorie e diamo un posto a ogni cosa”: separiamo le cinture dai foulard, la biancheria intima dai maglioni (questo indumento invece non andrebbe mai appeso). L’operazione può essere agevolata utilizzando scatole e contenitori di diverse dimensioni, ma anche grazie ai separatori e alle grucce. Ma non osate appendere i vostri vestiti alle orrende grucce da lavanderia. Avete ritirato il vostro abito pulito e profumato dalla tintoria? Ecco, quell’accessorio in metallo a cui era appeso non serve più! “Queste grucce non sono fatte per durare ma per un uso temporaneo. Poi, arrugginiscono e fanno scivolare i vestiti nell’armadio” spiega ancora Dossi.

Tra le grucce migliori per organizzare l’armadio, quella in legno che “è di buona fattura, resistente dura nel tempo e va bene per tutto” e quelle in vellutino che sono altrettanto versatili ma con un trucco salva-spazio in più. Questi eleganti accessori, infatti, sono dotati di un piccolo gancio che permette di appendere una seconda gruccia. Un espediente che ci consente inoltre di “creare degli outifit sia per le grandi occasioni ma anche la sera prima per il giorno successivo”. Insomma, tutto resta in ordine e pronto all’uso!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti