Il tunisino ricercato per la stragie di Berlino è stato in Italia 3 anni

Entrato illegalmente nel nostro Paese. Su di lui una taglia di 100.000 euro

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Roma, 21 dic. (askanews) – Il 24enne tunisino Anis Amri, ricercato per la strage di Berlino, è stato in Italia tre anni prima di andare in Germania. E’ quanto emerge dall’interrogatorio condotto dalle autorità tunisine con i familiari del giovane, residenti a Oueslatia, nel centro della Tunisia.

Una unità della brigata antiterrorismo tunisina “ha interrogato la famiglia del sospetto”, ha indicato un responsabile della sicurezza, precisando che si tratta dei genitori. Il sospetto, la cui famiglia risiede a Oueslatia, nel centro del Paese, ha quattro sorelle e un fratello, secondo la stessa fonte.

E’ immigrato illegalmente in Italia prima di recarsi in Germania. I ministeri tunisini degli Interni e degli Esteri non hanno confermato l’informazione.

L’ufficio della Procura generale ha offerto una taglia di 100.000 euro a chiunque fornisca informazioni che portino al suo arresto. Amri misura 1.78 metri e pesa circa 75 kg. Nel comunicato si invita chiunque dovesse vederlo a non intervenire e a chiamare la polizia, poiché l’uomo potrebbe “essere violento e armato”.

Come ha precisato il ministro degli Interni del Land del Nordreno Vestfalia, Ralf Jaeger, non è detto che l’uomo alla guida del camion che ha compiuto la strage corrisponda effettivamente a quello indicato nei documenti ritrovati sotto al sedile di guida del veicolo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti