Il tuo bambino ha i piedi piatti? E' normale, quasi sempre

I piedi piatti nei bambini piccoli sono fisiologici e le scarpe ortopediche sono inutili nel 97% dei casi: parola di pediatri!

Un tempo le scarpe ortopediche per bimbi erano molto diffuse: a tantissimi bambini di 3 anni o poco più veniva diagnosticato il “piede piatto” e quindi c’era l’obbligo di indossare calzature con un arco plantare speciale che li aiutasse a sviluppare quello assente.

In realtà, con il progredire degli studi, si è scoperto che il piede piatto nei bambini piccoli, almeno fino ai 6 anni, è fisiologico: non si sa bene perché, ma è stato accertato che regredisce da solo per sparire completamente, nella quasi totalità dei casi, a 10 anni.

Il piede piatto dei bambini piccoli si chiama infatti, più correttamente, piede flessibile o idiopatico: capita però che i genitori, insospettiti dalla pianta piatta del bimbo e dall’inclinazione verso l’interno dei talloni, chiedano una visita ortopedica e finiscano per comprare le famose scarpe ortopediche, che secondo il mensile dei pediatri Uppa sono inutili nel 97% dei casi.

Ci sono ovviamente dei casi, pur se minoranza, in cui i bimbi hanno effettivamente il problema del piede piatto: i primi sintomi da valutare sono problemi di movimento e dolore. In quel caso il pediatra, a seconda dell’età del bambino e dopo la visita, consiglierà il da farsi.

Sono fattori di rischio l’obesità e la postura sbagliata, quindi l’abitudine a mettere le gambe a ranocchia (o a “w”): i pediatri consigliano di far camminare il più possibile liberi i bambini, anche a piedi nudi quando si può e su terreni accidentati (come sabbia o erba), e di scegliere scarpe morbide, flessibili e leggere.

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti