Il tuo cane sa davvero di cosa stai parlando #lodicelascienza

Tra le numerose proprietà del nostro cane ci sarebbe anche quella di capire di cosa stiamo parlando e comprendere il nostro linguaggio

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Non soltanto il nostro cane ci mantiene in forma e in salute (ecco le razze adatte ai più pigri), ci fa bene all’umore e ci aiuta ad essere più felici: Fido ha un legame molto speciale con noi tanto da capire quando una donna è in dolce attesa o comprendere le nostre parole.

Chi ha sempre sospettato che il proprio cane capisse ordini impartiti, complimenti o qualche semplice frase di circostanza, beh ora può dire che è scientificamente provato. La comprensione del nostro linguaggio da parte dei nostri amici a quattro zampe avviene su due livelli – verbale ed emotivo – perché proprio come noi utilizzano l’emisfero sinistro del cervello per elaborare le informazioni e quello destro per captarne le sfumature nel tono e il contenuto emotivo.

A scoprire tutto ciò è stato il team di scienziati dell’Università del Sussex che hanno realizzato uno studio analizzando i comportamenti di oltre 250 cani, apparso poi su “Current Biology”.

L’obiettivo, secondo la dr.ssa Root-Gutteridge era “verificare se i cani sono in grado di riconoscere gli stessi fonemi quando pronunciati da persone diverse, ignorando le differenze di accento e pronuncia”.

Dopo numerosi test in cui sono stati utilizzati sintetizzatori vocali per modulare l’intenzione emotiva del comando, è stato appurato che i neuroni canini sono molto simili a quelli degli umani (ecco come si calcola davvero l’età “umana” di Fido) grazie, forse, all’importante evoluzione che il cervello dei nostro cani ha affrontato durante le primissime fasi di addomesticamento.

Dunque la ricerca mostra che i cani condividono questo talento linguistico con gli umani (attenti quando gli date da mangiare, non commettete questo comunissimo errore), suggerendo che la percezione del linguaggio potrebbe non essere così speciale per gli umani come si pensava fino a poco tempo fa.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti