Il tuo nome modifica il tuo volto, lo dice la scienza

Secondo uno studio della Hebrew University di Gerusalemme, il nome proprio influirebbe incredibilmente sul cambiamento dei tratti del volto

Fonte: Pixabay

Che le condizioni sociali potessero influire sul nostro aspetto è sempre stata un’ipotesi verosimile. Per esempio, lo stress dell’ambiente in cui viviamo o lavoriamo ha effetti negativi sulla nostra pelle o sull’invecchiamento precoce delle cellule.

Mai però ci saremmo immaginati che i tratti somatici potessero essere plasmati dal nome che portiamo fin dalla nascita. Questa sembra, invece, la conclusione di uno studio portato a termine da un team di ricercatori della Hebrew University di Gerusalemme. Il titolo dell’articolo in questione è “We Look Like Our Names: The Manifestation of Name Stereotypes in Facial Appearance“, pubblicato dal Journal of Personality and Social Psychology.

Metodo dello studio

I ricercatori si sono serviti di un campione di soggetti a cui sono state sottoposte delle immagini di persone. A questi hanno chiesto di scegliere quale nome le persone ritratte avessero scegliendo fra una lista di cinque opzioni.

In maniera quasi sorprendente, i membri del campione hanno scelto il nome corretto della persona ritratta nel 35% dei casi a fronte di una probabilità del 20% che ogni opzione aveva. Inoltre, i membri del campione appartenenti ad un gruppo etnico preciso hanno dimostrato una maggiore capacità di selezionare il nome corretto nei casi in cui la persona ritratta nell’immagine apparteneva alla loro stessa etnia.

Ipotesi esplicativa

Secondo i ricercatori del team supervisionato da Yonat Zwebner, ciò dimostrerebbe che il nome dei soggetti ritratti ne ha modificato i tratti del volto rendendoli riconoscibili da un codice che inconsciamente appartiene a tutti noi. La spiegazione potrebbe essere che i nomi influenzano la nostra personalità e di seguito la contrazione dei muscoli facciali o il tipo di pettinatura che preferiamo. In questo senso, una persona con un certo nome potrebbe apparire più rilassata e pettinata in modo più ordinato rispetto ad altri.

Inoltre, il patrimonio genetico di un soggetto potrebbe avere una correlazione positiva con un certo insieme di nomi. Ad esempio, una persona con origini e tratti somatici meridionali, ha più probabilità di chiamarsi Salvatore piuttosto che Reynold. Tuttavia, in questo secondo caso, sarebbe ingiustificato credere che sia il nome a influire sull’aspetto. Differentemente, la correlazione fra nome-volto avrebbe una spiegazione genetica e sociale.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti