Il vero significato del simbolo sulle bottiglie di plastica

È importante conoscerli per smaltire i prodotti nel modo corretto

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Sui prodotti che utilizziamo ogni giorni sono stampati dei simboli importanti. Spesso non ne conosciamo il significato ed è un peccato perché in realtà quei simboli ci forniscono indicazioni fondamentali circa il riciclo degli oggetti stessi.

È importante allora familiarizzare con essi in modo da poter smaltire i rifiuti nel modo corretto evitando inutili sprechi. Quante volte infatti davanti a una bottiglia di shampoo o al cartone del latte ci siamo chiesti se andassero nella plastica, nella carta o nell’indifferenziata?

Precisiamo che non ci sono regole universali e ogni città ha le proprie norme di riciclo, però esistono loghi univoci, il cui significato non varia a seconda dell’azienda che segue la raccolta dei rifiuti nelle diverse città. Vediamoli insieme.

Logo del riciclo per eccellenza è il nastro di Moebius, costituito da tre frecce verdi che si susseguono in una forma circolare. Disegnato nel 1971, indica spesso il riciclaggio di carta e cartone. In generale quando è apposto su un oggetto indica che quel prodotto è composto con un materiale riciclabile.

Il triangolo di frecce con numero è una variante del nastro di Moebius e indica che il prodotto è riciclabile o fatto con materiale riciclato. Al suo interno è presente un numero che va da 1 a 6 e indica quale tipo di plastica è stato usato per la creazione dell’oggetto. Se invece il numero è il 7, vuol dire che il prodotto non è riciclabile.

Il triangolo di frecce indica il tipo di plastica di cui è fatto l’oggetto. Le sigle della plastica possono essere: PET, PE, PP, PS e PVC.

C’è poi l’icona di un uomo che getta un rifiuto in un cestino: questo logo indica l’obbligo di riciclare il contenitore dopo l’uso anche se non è tra le mura domestiche. Quando siamo fuori casa e dobbiamo gettare qualcosa, questo simbolo ci ricorda di cercare un cestino e non disperdere quindi quell’oggetto nell’ambiente.

Il simbolo che ritrae due frecce verdi che si intersecano all’interno di un cerchio individua un sistema di smaltimento degli imballaggi, ma non fornisce alcuna informazione aggiuntiva sulla riciclabilità del prodotto.

Infine il logo RAEE: è un cestino tagliato da una croce, è stampato su rifiuti elettrici o elettronici e indica che questi non devono essere gettati tra i rifiuti generici ma smaltiti in appositi contenitori o presso una piattaforma ecologica.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti