In bicicletta insieme: la storia del cane salvato da un ciclista

Insieme sulle due ruote: dopo aver salvato un randagio, un ciclista ha iniziato a pedalare in compagnia del randagio. E ora sono inseparabili.

7 Dicembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Storia a lieto fine per un randagio che ha letteralmente trovato la sua seconda vita al fianco di un ciclista. È successo in Brasile solo qualche giorno fa e la notizia ha già fatto il giro del mondo grazie ai social e non solo. Protagonisti della vicenda sono, appunto, un ciclista e un bassotto. Quest’ultimo, in particolare, da qualche tempo viveva in condizione di randagismo con tutto ciò che questo comporta: malnutrizione, sporcizia, solitudine.

Il mite quattro zampe era stato, infatti, abbandonato dal precedente padrone e si trovava in una zona particolarmente riarsa e desolata. Un ambiente, dunque, che ne avrebbe messo in seria difficoltà la sopravvivenza a medio e lungo termine. A salvarlo da una vita nomade e sicuramente infelice è stato, per caso, un giovane uomo che stava percorrendo la stessa via dell’animale sulla sua bicicletta.

L’incontro fortuito – e fortunato – tra il bassotto e il ciclista è stato immortalato e condiviso su Facebook, raccogliendo immediatamente affetto da ogni angolo del mondo. Tre scatti che mostrano le condizioni dell’animale l’empatia che si è instaurata con il nuovo padrone.

Non conosco questo ragazzo – si legge nel post sulla pagina social di Motivação e Você – Durante una pedalata ha trovato questo cagnolino abbandonato e lo ha raccolto. Un atto nobile, complimenti”. Oltre millecinquecento i commenti a sostegno per non parlare delle condivisioni che hanno resto le foto virali.

Dopo averlo osservato per qualche minuto, il giovane si è avvicinato al randagio con evidenti segni di malnutrizione e ha iniziato ad accarezzarlo stabilendo subito una certa confidenza. Una volta nutrito e dissetato, il ciclista ha deciso di portarlo con sé, infilandolo nello zaino. Così hanno percorso insieme diversi chilometri e dopo quel primo percorso non si sono più separati.

A piedi e in sella, oggi i due sono diventati compagni d’avventura come se si conoscessero da sempre e non da una manciata di giorni.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti