In queste scuole gli insegnanti indossano una bodycam

In arrivo anche nelle scuole inglesi la bodycam: utilità e obiettivo

Fonte: Instagram

Il bullismo dilaga nelle scuole di tutta Europa. Le nuove generazioni hanno più difficoltà nel concepire ed accettare ruoli quali insegnanti e genitori. Il tempo sta cambiando la percezione del reale da parte delle nuove generazioni e spesso mamma e papà non amano punire o contraddire i propri figli. Per tale motivo alcuni insegnanti inglesi hanno pensato bene di utilizzare delle bodycam.

L’obiettivo è duplice. Da un lato c’è la volontà di avere la prova tangibile della scarsa educazione dei propri alunni, con filmati da mostrare nel caso ci fossero dubbi e dall’altro mostrare al resto della scuola, tramite uno schermo posto al di fuori del’istituto, i comportamenti infantili dei propri compagni di istituto, affinché questi, sentendosi osservati da amici e conoscenti, si impegnino per poter fare una buona figura.

Il progetto pilota

Per adesso si tratta di un progetto pilota in piena fase sperimentale. La bodycam non sarà in funzione perenne. Sarà attivata dal docente tramite un pulsante, quando è ritenuto necessario farlo. Le autorità hanno approvato l’idea, nonostante possa far storcere il naso a qualcuno. Il via è stato dato a seguito delle proteste degli insegnanti che erano stanchi di non riuscire più a svolgere la propria professione.

Vedremo come andrà a finire. Il punto è che se effettivamente questo provvedimento migliorerà il rendimento scolastico probabilmente nel giro di pochi anni potremmo trovarlo dapprima in tutte le scuole britanniche e quindi in quelle italiane. Anche se non possiamo immaginare quanto verrebbe a costare e se le esigue casse del nostro ministero possano riuscire a far sviluppare questo progetto formativo.

Bullismo e indisciplina

Un progetto simile, per stanare atti di indisciplina ma sopratutto per fermare il sempre più allarmante fenomeno del bullismo, è davvero necessario. Se personaggi quali Totti e Greta Menchi si sono schierati per sensibilizzare l’opinione pubblica circa l’argomento, un motivo ci sarà. L’effetto branco è all’ordine del giorno e l’avvento dei social ha complicato la faccenda.

Basti pensare alla vicenda del meme di Lizzie, ragazza affetta da una terribile malattia genetica che purtroppo ne altera in maniera terribile l’aspetto. Velazquez ha saputo reagire all’ironia spicciola del web, divenendo una star della lotta alla discriminazione.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti