In questo paese la password più usata è una parolaccia

Gli svedesi non hanno molta fantasia in termini di password, e una campagna pubblicitaria glielo ricorda

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Il tema della sicurezza informatica è estremamente attuale e importante. Non passa mese in cui non si sentano nuovi casi di cyber crimes, legati soprattutto all’accesso improprio ai dati sensibili degli utenti, attraverso azioni di hackeraggio di applicazioni, profili e quant’altro. Per difendere i propri dati sensibili dai malintenzionati dobbiamo studiare password non troppo elementari e aggiornarle di tanto in tanto. Purtroppo però la pigrizia molte volte vince e quindi ci tiriamo la zappa sui piedi da soli scegliendo sempre password non sicure, esponendoci a grandi rischi.

Alzi la mano infatti chi almeno una volta non ha impostato come password la propria data di nascita oppure una sequenza numerica elementare come “123”. Qualcuno usa invece le parolacce. È il caso (anche) della Svezia, dove il turpiloquio va per la maggiore quando si tratta di parole d’ordine sul web.

Tra le più usate dagli svedesi, infatti, c’è “shit”, che si piazza al sedicesimo posto della classifica delle password Internet più adoperate in Svezia. L’agenzia svedese Akestam Holst per conto della società di cyber security SSF ha sviluppato una campagna out of home che ricorda ai cittadini che le loro password sono letteralmente “cacca”. In tutti i sensi.

Tra le altre password più comuni nella fredda Svezia ci sono anche “f *** ing”, “ca**o” e “mamma”. Al primo posto la sempreverde “123456”, che non è esattamente una furbata in termini di sicurezza.

Per porre l’accento sulla questione ecco allora che l’agenzia Akestam Holst ha ideato una campagna pubblicitaria molto divertente e altrettanto provocatoria, con didascalie che recitano: “F *** ing è brutto”, “Dick non è abbastanza difficile” e ancora “La tua password è una cacca”. La campagna è stata sviluppata su cartelloni pubblicitari e su carta stampata in tutta quanta la Svezia. Un modo decisamente originale e spiritoso per affrontare un tema molto serio e spinoso.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti