In Svizzera per cambiare sesso basta andare in comune

Dal 1 gennaio 2022 il procedimento elvetico per cambiare sesso ha il costo di una semplice marca da bollo

Fonte: 123rf

La Svizzera è entrata a far parte dei 24 paesi nei quali per cambiare sesso basta un’autocertificazione: nell’elenco n Europa anche Belgio, Portogallo, Irlanda e Norvegia.

Dal 1 gennaio 2022 chiunque in Svizzera può andare nel comune di residenza, compilare un’autocertificazione pagando una marca da bollo e cambiare legalmente nome e genere sessuale. Basta avere più di 16 anni e non essere sotto tutela legale: i ragazzi che hanno meno di 16 anni hanno bisogno del consenso del genitore.

La Svizzera quindi elimina ogni procedura medico-legale, ma ci sono altre nazioni europee (come Danimarca, Grecia e Francia) che pur avendo rimosso i requisiti medici (chirurgia, sterilizzazione, valutazione psichiatrica) chiedono passaggi burocratici ulteriori per cambiare legalmente sesso. Anche in Spagna la procedura è semplificata, basta avere più di 14 anni e si può cambiare genere senza diagnosi mediche o terapie ormonali, mentre la Germania è stato il primo paese europeo ad introdurre il genere “neutro”.

E in Italia? Tempo fa si era parlato di un emendamento alla manovra finanziaria che istituisse un fondo pubblico per chi voleva cambiare sesso, ma è stato ritirato fra le polemiche. Al momento, la procedura per il cambio di sesso è ancora molto lunga e complessa, passa attraverso la ri-attribuzione chirurgica di sesso che deve essere autorizzata con sentenza e per richiederla si ha bisogno di perizie psichiatriche e certificati medici che attestino la disforia di genere.

Una volta autorizzata ed effettuata l’operazione chirurgica per il cambio sesso, la modifica delle generalità avviene con un’altra richiesta al Tribunale competente: una volta accettata anche questa inizia una fase di follow up, nella quale la persona che ha cambiato sesso viene ancora seguita con incontri medici e psicologici (obbligatori).

Ovviamente la procedura completa ha tempi lunghi e anche dei costi, nonostante l’operazione chirurgica sia coperta (se autorizzata) dal SSN: per completare questo percorso si ha infatti bisogno di un avvocato specializzato che ha una sua parcella.

 

 

 

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti