In Turkmenistan c’è un’enorme statua dorata dedicata a un cane

Nello stato del Turkmenistan il presidente in carica Gurbanguly Berdymukhamedov ha fatto erigere una statua d’oro che rappresenta il cane che ama.

13 Novembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Dedicare una statua a un cane? Lo ha fatto l’attuale presidente del Turkmeninstan, Gurbanguly Berdymukhamedov, che nella capitale Ashgabat ha inaugurato un’enorme opera dorata che rappresenta un esemplare della razza canina che più ama. Si tratta di un pastore alabai, di origini asiatiche, che ad oggi lo stato annovera nell’elenco dei patrimoni nazionali insieme, per esempio, ai cavalli da corsa akhal teke.

Ritratto con un’altezza di sei metri, il cane era già stato omaggiato da Berdymukhamedov nel 2019. Allora il presidente gli dedicò un più modesto libro mentre stavolta ha voluto fare le cose in grande. Per il nuovo monumento è stata scelta una zona residenziale della città destinata a ospitare i dipendenti pubblici e oltre alla statua è prevista anche la realizzazione di uno schermo led per proiettare immagini dell’animale.

Insomma, una vera e propria installazione degna un eroe, i cui costi restano finora un mistero. E se la curiosità – che per i cittadini diventa un diritto – di conoscere le spese sostenute serpeggia in rete, le immagini dell’evento inaugurale sono sbandierate ai quattro venti. Scatti e video, infatti, ritraggono una nutrita rappresentanza istituzionale che comprende lo stesso presidente Gurbanguly Berdymukhamedov che osserva soddisfatto il risultato.

Schierati di fronte alla statua, gli uomini di potere hanno assistito alla presentazione del monumento d’oro, operazione che sta sollevando parecchio malcontento considerata soprattutto la diffusa condizione di povertà della nazione turkmena. Un atto, quello di dedicare un progetto del genere a un animale, che fa domandare: era proprio il caso?

L’amore per gli animali, crediamo, non ha bisogno di statue, meglio altri tipi di interventi. Lo stesso presidente in questo senso si è spesso speso anche in occasioni pubbliche, regalando più di un cucciolo. Così, vien quasi da rimpiangere le foto di Berdymukhamedov in cui coccola i suoi animali insieme ai rappresentanti delle più alte cariche. Altro che fredde statue.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti