0, 1, 0, 0, 0, 0, 0 trend

In uscita Nerve, il film sul pericolo dei social game

Già uscito in America, è ora in arrivo nelle sale italiane un film sulla pericolosa situazione dei virtual game, diretto da Henry Joost e Ariel Shulma

Fonte: Facebook

Ad interpretare la protagonista femminile, l’attrice Emma Roberts, nel cast anche Dave Franco, Emily Meade, Miles Heizer, Juliette Lewis e Kimiko Glenn. La data prevista dell’uscita in Italia è il prossimo 15 giugno per 01 Distribution. Il film, pensate, in America, durante le prime nove settimane di programmazione ha raggiunto un incasso pari a ben 38,6 milioni di dollari, dei quali solo 15,1 milioni durante il primo fine settimana. Il tema di fondo è quello che accade oggi, una sorta di convivenza tra reale e virtuale, dove la violenza domina indiscussa nel game e la posta in gioco diventa sempre più alta.

Trama e personaggi

il tema di fondo della pellicola è proprio quello della pericolosità della dimensione del virtuale che di gioco ha ben poco ormai. Tutto ha inizio da un banale virtual game cui darà vita una ragazza che poi coinvolgerà uno sconosciuto, trasformandosi infine in un duello all’ultimo sangue. La protagonista si chiama Vee, diminutivo di Venus. La sua amica del cuore si chiama Sydney, ma è lei stessa a ritenere la ragazza un’asociale, proprio per questa la inviterà a prendere parte ad un game che di lecito ha ben poco.

Il nome del gioco è appunto Nerve. In realtà Sydney non si aspetta che Vee accetti, ma la ragazza, stanca di sentirsi umiliata, invece decide di giocare. I primi premi che il gioco offre alla ragazza sono soldi facili, così Vee comincia a divertirsi, non solo, grazie al gioco bacerà Ian, quello che da quel momento in poi diverrà l’amico inseparabile nei vari step del gioco. I due sono complici a tal punto che Vee non si pone più alcun problema ad accettare sfide sempre più forti, fino al punto in cui sarà la stessa amicizia con Sydney ad essere messa in discussione, ma regola fondamentale del gioco è di non parlarne mai.

Il pericolo di una vita virtuale

Il rischio di vivere una realtà al limite del virtuale senza più alcuna distinzione tra ciò che sia lecito e ciò che non lo è più, ma soprattutto non avendo più chiara percezione di se stessi. E’ questa la sfida di Nerve, come di qualunque virtual game che alza la posta in gioco al di sopra del limite consentito. Il fascino del rischio che travolge un’esistenza apparentemente normale, fino a portarla alle estreme conseguenze. Un vortice che ingoia sempre più i giovani oggi, che non sono più capaci di affrontare i normali problemi della quotidianità e preferiscono rifugiarsi in una dimensione “altra”, dove possono sentirsi più forti.

E’ questo quello che i due registi Henry Joost e Ariel Schulman portano sul grande schermo. Il film che ha già registrato incassi record in America durante le nove settimane di programmazione, giungerà nelle nostre sale il prossimo 15 giugno. La seduzione o maledizione del social, sarà questo il tema fondamentale di questa pellicola. La protagonista del film sarà proprio l’attrice emergente Emma Roberts, che nella nuova dimensione al di fuori della realtà può sentirsi finalmente più forte, accanto a lei Dave Franco, che sosterrà le sue sfide virtuali. Il film, pensate, ha tratto ispirazione da un romanzo scritto nel 2012 da Jeanne Ryan, pubblicato in Italia da Newton Compton, il cui titolo era proprio Nerve.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti