Incarichi d'oro, Moratti condannata a maxi-risarcimento al Comune

La Corte dei conti sanziona l'ex sindaco per 591mila euro

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Milano, 12 gen. (askanews) – L’ex sindaco di Milano, Letizia Moratti, il suo vice Riccardo De Corato e altre 20 persone tra ex assessori della sua giunta ed ex funzionari di Palazzo Marino dovranno risarcire il Comune di Milano con 1 milione e 82mila euro per la vicenda dei cosiddetti “incarichi d’oro”. Lo ha stabilito la sezione giurisdizionale centrale d’appello della Corte dei Conti che ha condannato in via definitiva l’ex primo cittadino milanese, i suoi assessori e alcuni dirigenti comunali a risarcire il danno erariale provocato alle casse di Palazzo Marino durante il loro mandato politico, compreso tra il 2006 e il 2011.
La Moratti è stata stata condannata a versare, da sola, un risarcimento pari a oltre 591mila euro. Secondo i giudici della Corte dei Conti, è colpevole di aver assegnato 11 incarichi dirigenziali a soggetti esterni all’amministrazione milanese, provocando così un danno per le casse di Palazzo Marino pari a 1 milione e 889mila euro. Ma anche di aver istituto un ufficio stampa alle sue dirette dipendenze per un danno erariale complessivo di 887mila euro.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti