Infortunio choc, perde un dito e dà l'addio al calcio

"I mie compagni erano sotto choc"

Fonte: Screenshot tratto da Twitter

Infortunio choc in Irlanda, dove il povero Kevin McHugh ha dovuto dare l'addio al calcio dopo aver perso l'anulare della mano sinistra in modo davvero incredibile.

L'attaccante dei Finn Harps, squadra che milita nel massimo campionato locale e che attualmente occupa la decima posizione della classifica, durante una sessione di allenamento è rimasto incastrato con il suo anello di nozze in un recinto.

"Quando sono atterrato, dopo aver scavalcato, ho sentito qualcosa di strano, ho guardato la mano e il dito non era più lì – ha ricostruito l'accaduto in un'intervista alla BBC -. Ho subito guardato i miei compagni di club, Dessie McGlinchy e BJ Banda: erano bianchissimi in volto e in stato di shock, ho capito subito la gravità della situazione".

L'ex giocatore di Derry City e Linfield, che lavorava già come allenatore di una squadra giovanile, aveva già deciso di appendere gli scarpini al chiodo al termine della stagione ma questo infortunio lo costringerà ad anticipare i tempi, con cinque giornate d'anticipo visto che il campionato irlandese si disputa da marzo a ottobre.

"Mentre guidavo pensavo che i medici avrebbero potuto fare ben poco se non avessi portato la parte del dito mancante, così ho chiamato Mel (l'allenatore, ndr), gli ho chiesto di tornare al campo e recuperarlo. Mi ha chiesto se stavo delirando per il troppo sangue perso, ma io davvero avevo bisogno di quella falange".

"All'ospedale si sono dimostrati sin da subito molto disponibili nei miei confronti, hanno fatto tutto il possibile per mettermi a mio agio nonostante fossi molto agitato. Avevo già pensato di farla finita con il calcio giocato al termine della stagione, ma questo episodio, mio malgrado, mi obbliga ad anticipare il tutto", ha concluso l'ormai ex giocatore, che dovrà voltare pagina e lasciarsi il calcio giocato alle spalle.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti