L'invasione dei panda di cartapesta a Bangkok

Una vera e propria invasione di panda nella piazza di Bangkok, in Thailandia. A spiegarci il motivo, un'artista francese che vuole salvare l'animale.

Bangkok è stata presa d’assalto da 1.600 panda di cartapesta. Il motivo? Ve lo spiega l’artista francese Paulo Grangeon.

Bangkok, la metropolitana più colorata nonché capitale della Thailandia, è stata letteralmente invasa da una miriade di piccoli panda. Tranquilli, nessun animale è scappato dallo zoo, si tratta (fortunatamente!) di panda di cartapesta.

Una vera e propria irruzione di ben 1600 esemplari proprio davanti al Palazzo Reale. Ma per quale motivo invadere una piazza di animali bianchi e neri?

Si tratta di un evento che rientra all’interno di una mostra itinerante firmata dalla mente di Paulo Grangeon. È così che artista francese ha voluto lanciare una sorta di campagna di sensibilizzazione sugli animali in via di estinzione.

Il panda, per tutti quelli che non lo sanno, oltre ad essere uno degli animali di taglia grande più amati, è il simbolo degli animali in via d’estinzione.

L’autore della mostra ha partecipato attivamente alla salvaguardia degli animali, collaborando tra l’altro con nomi importanti tra cui spunta il WWF e il PMW.

Non è un caso infatti se il numero dei 1600 pandini è lo stesso numero degli esemplari presenti allo stato brado che rimangono in tutto il mondo.

La scoperta di questo animale così amato e allo stesso tempo così terribilmente a rischio risale al 1869. Quell’anno il naturalista francese Padre Armando David lo ha descritto per la prima volta. Una scoperta che è stata e sarà forse la sua unica fonte di sopravvivenza.

Un tempo, il panda viveva in tutto il sud e l’est della Cina. Le cose hanno iniziato a mettersi male a causa della grande crescita della popolazione. L’espansione e lo sviluppo umano lo hanno privato del suo habitat naturale, confinandolo nelle foreste di bambù (il suo cibo preferito!) e di conifere sulle montagne della Cina Sud Occidentale, nella provincia di Sichuan.

Non è la prima volta che i panda fanno la loro comparsa in piazza. Era il 2009 quando gattonavano nell’affollata piazza del Popolo, a Roma. Di sicuro, l’artista Paulo Grangeon ha colpito nel segno facendo parlare molto di lui e comparendo sui più svariati magazine.

Se lo scopo è quello di informare tutti sul rischio d’estinzione dell’animale e non solo la popolazione locale, possiamo dire senza ombra di dubbio che ci è riuscito.

invasione panda

TAG:

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti