Irama accusato di plagio si difende su Instagram

Irama accusato di plagio in un servizio de Le Iene pubblica le prove della sua innocenza su Instagram.

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Nella puntata de Le Iene andata in onda il 15 dicembre, in un servizio il cantante Irama è stato accusato di plagio. Oggetto della ‘contesa’ è stato il brano Nera che, secondo il cantautore Domenico Di Puorto, sarebbe un plagio di una sua canzone.

In una mail inviata alla redazione del programma di Italia 1, infatti, Domenico sosteneva di aver inviato alla Newco Management – ex agenzia di Irama – la canzone Fuori tutto brilla poco prima che uscisse il singolo di Irama e che le somiglianze tra i due brani fossero indiscutibili.

Nel servizio de Le Iene, tuttavia, Irama si è difeso e ha poi continuato a farlo su Instagram, condividendo alcune mail a supporto della sua innocenza.

Ho visto con molto dispiacere un servizio in cui un ragazzo sostiene di aver inviato un brano simile a Nera 3 mesi prima della pubblicazione al mio ex management, ovvero nel febbraio 2018. – sostiene Irama – Nera è stata scritta nel 2017, come dimostra questa email”.

Nel post Irama ha pubblicato gli screenshot delle mail in questione, dimostrando di aver inviato le prime stesure di Nera nel 2017, quindi ben molto prima dell’invio di Fuori tutto brilla da parte di Di Puorto, il cui brano risalirebbe invece al 2018. Caso chiuso?

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti