Justin Bieber: le richieste assurde per il suo concerto a Mumbai

Ecco le richieste assurde ed esagerate fatte da Justin Bieber per il suo concerto in India

Sono tante le star famose per le loro richieste assurde e fra queste c’è anche Justin Bieber. Il cantante, in vista di un concerto a Mumbai, in India, ha fatto avere agli organizzatori del live un documento con una serie di richieste decisamente strane. A svelarle il giornalista indiano Arjun S Ravi che è venuto in possesso del rider, il documento che lega ogni artista agli organizzatori di un’esibizione, in cui il cantante detta le sue condizioni.

In vista del concerto che si terrà il prossimo 10 maggio, Justin Bieber ha richiesto alcune cose che considera essenziali perché il suo show vada a buon fine. Fra queste c’è una vasca idromassaggio Jacuzzi, un “cofanetto pieno di olii essenziali e incensi”, dei fiori viola, fra cui i lillà, varie tipologie di cibo in particolare le caramelle gommose e verdure crude con condimento a parte.

La lista non si ferma qui: Justin Bieber infatti ha paura di annoiarsi durante le pause fra una prova e l’altra del concerto in India, per questo sono stati predisposti 10 container contenenti tutto ciò che gli serve per divertirsi. All’interno si trova un tavolo da ping pong, una Playstation, un hoverboard e un tavolo per massaggi. In camerino ad attenderlo Justin Bieber prevede di trovare un set di divani, una lavatrice, un frigorifero, una tappezzeria di suo gusto e un armadio.

Justin Bieber poi non si accontenta di mangiare un panino prima del live, ma vuole a sua disposizione ben cinque chef stellati che dovranno stare a sua disposizione 24 ore su 24. Nel corso dei quattro giorni di permanenza in India, gli chef dovranno preparare cinque pietanze una diversa dall’altra per ogni pasto del cantante. Bieber però non si è fermato qui e, in un eccesso di egocentrismo, pretende che tutte le ricette vengano nominate ognuna con il nome di una sua canzone.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti