0, 1, 0, 2, 2, 1, 1 trend

Kaavan, l’elefante più solo del mondo lascerà lo zoo di Islamabad

L’elefante Kaavan, dopo più di trent’anni trascorsi nello zoo di Islamabad, avrà una nuova casa. Via libera al trasferimento.

7 Settembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Più di 35 anni. Tanto è il tempo che l’elefante Kaavan ha trascorso rinchiuso nello zoo di Islamabad. Trasferito in Pakistan dallo Sri Lanka a un anno di vita, l’animale ha vissuto nel parco insieme alla sua compagna che è morta nel 2012. Da allora, quindi, la sua esistenza è stata solitaria fino ad ora.

L’Alta Corte del Pakistan, infatti, ha concesso la libertà a Kaavan e i veterinari ne stanno predisponendo il trasferimento. Ormai noto come ‘l’elefante più solo al mondo’, il pachiderma ha potuto contare sul sostegno e sull’affetto di star celebri come Cher che si sono mobilitate affinché venisse portato altrove.

A velocizzare la pratica, però, è stata soprattutto la chiusura dello zoo per scarsa manutenzione. Ciò ha ovviamente reso necessario trovare una nuova sistemazione anche per tutti gli altri animali ospitati nella struttura. Secondo il portavoce di Four Paws Martin Bauer, Kaavan ha ottenuto le certificazioni mediche necessarie per viaggiare e la meta dovrebbe essere la Cambogia.

L’elefante potrà raggiungere la nuova casa dopo che le cure a cui è sottoposto saranno completate e avranno dato i risultati sperati. Anni di malnutrizione nello zoo pachistano e scarsità di movimento hanno, infatti, creato molti problemi tra i quali obesità e malformazioni alle zampe. A causa della pavimentazione inadatta, per esempio, le unghie di Kaavan si sono incrinate e i piedi richiedono attenzioni costanti.

Kaavan è stato fortunato ma, ha raccontato lo stesso Bauer, “non hanno avuto la stessa fortuna due leoni che sono morti durante un tentativo di trasferimento alla fine di luglio dopo che i gestori della struttura hanno appiccato un incendio nel loro recinto”. Il motivo? Lo rivela sempre LaZampa.it: i proprietari hanno cercato di costringerli con il fuoco “a entrare nelle casse di trasporto per il loro trasporto”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti