Kane Tanaka, la donna più anziana del mondo, compie 119 anni

Sopravvissuta a tre epidemie, due guerre e un tumore, è una vera highlander

5 Gennaio 2022
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: ansa

Ha compiuto 119 anni lo scorso 2 gennaio la donna più anziana del mondo. Lei si chiama Kane Tanaka, è giapponese ed è nata il 2 gennaio del 1903. Si tratta della donna più logeva ancora in vita, secondo quel che dice il Guiness dei primati. Nel 2020 è stata scelta come tedofora alle Olimpiadi di Tokyo.

Una vera highlander, dal momento che Kane Tanaka ha fatto lo slalom tra numerose difficoltà per arrivare fino a qui. È infatti sopravvissuta a tre epidemie – la spagnola (1918-1920), la sars (2004) e il Covid-19 -, a due Guerre mondiali, agli effetti della bomba atomica di Nagasaki e pure a un tumore a 103 anni.

Come riporta il sito Skytg24.it dopo il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo 2020 a causa della pandemia, nel novembre dello stesso anno le è stato riconfermato il ruolo di tedofora per l’11 maggio successivo. La staffetta però non è stata purtroppo eseguita per una difficoltà tecnica.

Oggi l’adorabile vecchietta risiede in una casa di cura a Higashi-ku, nella prefettura di Fukuoka. È ancora in buona salute e passa il suo tempo giocando a Othello e facendo brevi passeggiate nei corridoi della struttura. I suoi hobby sono la calligrafia e i calcoli.

Ma che dieta segue per essere arrivata a 119 anni? Una dieta a base di riso, pesce e zuppa, oltre a bere molta acqua, un regime alimentare che ha adottato da quando aveva circa 112 anni. Kane Tanaka non ha perso l’appetito, anzi adora i dolci e beve tre lattine al giorno di caffè in scatola, bevande nutrizionali e bevande gassate.

La famiglia è tutto per lei, e dormire sonni tranquilli è il suo segreto di longevità. A 103 anni le venne diagnosticato un cancro al colon, ma riuscì a superare pure questa avversità grazie a un tempestivo intervento avvenuto a Tokyo.

Nel 2010, quando aveva 107 anni, suo figlio ha scritto “In Good and Bad Times, 107 Years Old”, un libro che parla della vita e della longevità della mamma.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti