Kanye West è uscito dall'ospedale

Dopo il crollo nervoso e il ricovero coatto in ospedale, Kanye West è stato dimesso e ha riabbracciato Kim Kardashian e i suoi figli

Kanye West è uscito dall’ospedale. Il rapper è stato dimesso dopo essere stato ricoverato qualche giorno fa contro la sua volontà al Ronald Reagan UCLA Medical Center di Los Angeles. Lo scorso 21 novembre Kanye aveva avuto bisogno di cure mediche, dopo un crollo nervoso, seguito da stati di paranoia e delirio.

Una settimana di ricovero forzato e l’intervento dei medici avrebbero consentito al rapper di sentirsi meglio, tanto che il suo medico personale Michael Farzam, avrebbe deciso di farlo dimettere. West sarebbe dunque tornato a casa dalla moglie Kim Kardashian e da figli North e Saint. Secondo quanto riporta TMZ, i bambini, a causa dello stato emotivo del loro papà, non lo vedevano da una settimana, e sono stati felici di poterlo riabbracciare.

Non è ancora chiaro cosa abbia portato Kanye ad avere un crollo nervoso. Secondo fonti vicine alla famiglia tutto sarebbe stato provocato da una forte perdita di sonno e da un’agenda fin troppo fitta d’impegni, che non avrebbe lasciato al rapper il tempo di prendersi cura di se stesso. “Kanye continuerà a ricevere il trattamento e l’aiuto necessari per fare fronte alla sua condizione di stress – ha svelato una fonte vicina alla famiglia Kardashian – ha bisogno di imparare ad amministrarsi meglio nel lavoro e nel privato”.

West sarebbe dovuto uscire dall’ospedale già lunedì, i medici però hanno reputato fosse necessario sottoporlo ad un ricovero più lungo a causa delle sue condizioni mentali. Il rapper infatti sarebbe affetto da paranoie e manie di persecuzione, tanto da essere convinto che Beyoncè e J Az abbiano assoldato dei killer per ucciderlo. Anche all’interno dell’ospedale il marito di Kim Kardashian avrebbe temuto di essere ucciso dal personale ospedaliero, parte, secondo lui, di un complotto nei suoi confronti.

Già prima del suo ricovero West si era reso protagonista di episodi controversi durante i suoi concerti e aveva abbandonato diversi live a pochi minuti dall’inizio. Ad aggravare la sua situazione mentale sarebbe stato il sequestro di Kim Kardashian a Parigi, ma anche la ricorrenza della morte di sua madre, tragicamente scomparsa nel 2007.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti