Kanye West si candiderà come Presidente degli USA nel 2020

Dopo Hillary Clinton, il candidato come Presidente degli Stati Uniti nel 2020 sarà Kanye West

Fonte: Instagram

Kanye West si candiderà come Presidente degli Stati Uniti d’America nel 2020? Presto quello che sembrava uno scherzo potrebbe diventare realtà, soprattutto dopo la sconfitta di Hillary Clinton e la vittoria di Donald Trump. Mentre Madonna è alle prese con i fan che si aspettano rispetti la promessa di elargire sesso orale agli elettori della democratica, Kanye West starebbe già preparando la contromossa nei confronti di Trump.

Il rapper marito di Kim Kardashian infatti aveva investito molto nella candidatura di Hillary Clinton, considerata fino a pochi giorni fa la favorita per entrare alla Casa Bianca. La stessa politica l’aveva soprannominato con un pizzico di ironia “vice-presidente” a sottolineare l’impegno economico e spirituale che Kanye West aveva messo nella sua campagna elettorale.

A quanto pare però lo sforzo del produttore discografico e di tantissime altre star non è servito e Hillary Clinton ha perso la sfida contro Donald Trump. La sua sconfitta però apre la strada ad un altro avvenimento importante: la candidatura di Kanye West come Presidente degli Stati Uniti nel 2020.

Il rapper americano, produttore e discografico, aveva annunciato per la prima volta di volersi candidare come Presidente durante gli MTV Music Awards a Los Angeles. Dopo essere stato premiato sul palco con il Michael Jackson Video Vanguard Award, West aveva affermato di volersi candidare nel 2020. “Non si tratta di me – aveva detto Kanye rivolgendosi al pubblico – si tratta di idee. Nuove idee. Di persone con le idee. Persone che credono nella verità. E sì, come probabilmente potrete aver intuito in questo momento, ho deciso di correre per le presidenziali del 2020”.

Dopo il discorso in tanti avevano appoggiato il rapper e sui social erano comparsi meme e foto che inneggiavano a Kanye West For President e Kim Kardashian first lady. Anche se molti credevano scherzasse, nell’ultimo periodo lo stesso produttore ha confermato le sue intenzioni. “Quando mi candiderò alle elezioni – ha dichiarato in un’intervista – preferirei non avere concorrenza, mi piacerebbe che si decidesse di voler lavorare tutti fianco a fianco, ogni candidato ha qualcosa che ad un altro manca e di cui ha bisogno. L’idea di questa lotta fra gladiatori distrae dall’obiettivo principale, il mondo ha bisogno di aiuto e coloro che detengono il potere devono collaborare per aiutarlo”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti