Kanye West ha appena detto che la schiavitù è stata una scelta

Kanye West sta facendo discutere il mondo con le sue posizioni sulla schiavitù.

Kanye West è famoso per le sue esternazioni a volte un po’ sopra le righe, e l’ultima sulla schiavitù sta facendo discutere tutto il web.

La schiavitù è stata un problema grave in tutto il mondo e in particolare negli Stati Uniti d’America. Per secoli la popolazione nera è stata considerata inferiore e trattata alla stregua di un oggetto inanimato fino a che rivolte e battaglie per i diritti civili hanno sancito la fine di questa barbarie. Un periodo buio nella storia degli Stati Uniti d’America, che ancora oggi segna una macchia in quella che è chiamata “la più grande democrazia del mondo”. Eppure c’è chi, come Kanye West, ha deciso di spezzare una lancia… a favore degli schiavisti. Possibile? Ebbene sì.

«Quando senti parlare di schiavitù per 400 anni… 400 anni? A me sembra piuttosto una scelta», ha detto Kanye West a TMZ. Le parole del rapper, ovviamente, hanno scatenato un’ondata d’indignazione e polemiche. E proprio un impiegato del famoso magazine di gossip, Van Lathan, ha rivolto a Kanye delle frasi molto dure. «Mentre tu componi musica, fai l’artista e vivi la vita che ti sei guadagnato grazie al tuo essere geniale, il resto di noi nella società deve combattere con minacce alla nostra esistenza. Dobbiamo far fronte alla marginalizzazione che viene da 400 anni di schiavitù che tu dici essere stata una scelta della nostra gente. Sinceramente sono molto deluso, inorridito e ferito». Queste le parole di Van Lathan, anche lui afroamericano come Kanye West.

Dopo la bufera scatenata dalle sue parole, Kanye West ha cercato di spiegarsi meglio. «Facciamo chiarezza. So che gli schiavi non si sono ammanettati e messi sulla nave di loro spontanea volontà. Quello che voglio dire è che siamo rimasti in quelle condizioni anche se i numeri erano dalla nostra parte perché eravamo prima di tutto mentalmente schiavi. La ragione per cui ho parlato della questione dei 400 anni è perché non possiamo essere mentalmente incatenati per altri 400 anni. Dobbiamo pensare liberamente adesso». Niente di nuovo sotto il sole: un altro bel casino in stile Kanye West, che almeno una volta al mese deve far discutere l’opinione pubblica.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti