La cultura della robotica allo Ieo, l'istituto fondato da Veronesi

Veronesi e lo IEO celebrano i 10 anni di lavoro del "dottore d'acciaio" il robot del reparto oncologico dell'Ospedale di Milano. Ecco cosa gli riserva il futuro

L’IEO, l’Istituto europeo oncologico, celebra i 10 anni dal debutto del dottor robot, sotto i ferri del quale sono ormai passati molti pazienti in cerca di speranza. Un traguardo che Umberto Veronesi, purtroppo recentemente scomparso, intendeva celebrare con una mostra multimediale completamente dedicata allo sviluppo della robotica nel campo della medicina. La mostra progettata da Veronesi, a cavallo tra il passato e il futuro, indagherà sui possibili risvolti della cultura robotica in Italia e in Europa, e mostrerà la sua possibile evoluzione. La mostra multimediale rimarrà visitabile fino al 30 novembre di quest’anno nell’edificio numero 1 dell’Ospedale di Milano.

Il mese di novembre del 2016, grazie all’IEO e a Veronesi, sarà il mese della robotica nell’Ospedale di Milano. Vi saranno varie iniziative d’informazione per il pubblico curioso e altrettanti corsi utili ai medici o agli studenti di altre facoltà. Il tutto per creare una cultura robotica che possa esprimersi non solo in oncologia, ma anche in altre branche della medicina moderna. Come ha affermato lo stesso Veronesi, non si tratta propriamente dello sviluppo tecnologico, bensì della costruzione di una filosofia basata sull’attenzione ai dettagli durante la cura delle persone.

La robotica in IEO aiuta a eseguire più di 1000 interventi l’anno, con la media di più di 3 interventi ogni giorno. I robot utilizzati nel campo medico sono sempre più numerosi con un tasso di crescita annuale pari al 25%. A partire dal 2006 e nei 10 anni di lavoro fino ad oggi sono stati eseguiti più di 7.200 interventi. E ogni attività d’intervento chirurgico, per volere dello stesso Veronesi, è affiancata dalla ricerca grazie alla quale sono nate diverse pubblicazioni scientifiche di grande valore targate IEO. Oltretutto l’IEO è l’unico centro oncologico che utilizza i robot in tutte le specialità chirurgiche.

Insieme al dottor robot hanno lavorato più di 85 persone, tra cui non solo chirurghi, ma anche infermieri e tecnici. Dal 2010 nell’Ospedale è stata implementata anche la Scuola di chirurgia robotica, destinata a una rapida espansione e a una crescente popolarità nel futuro. La mostra multimediale sarà sicuramente interessante dal punto di vista storico, in quanto porterà i visitatori in un viaggio nel tempo che inizia con la prima macchina inventata che operò autonomamente proseguendo attraverso le varie invenzioni fino a giungere all’età moderna.

TAG:

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti