La nuova mania dei bambini? Si chiama fidget spinner

Bandito da numerose scuole statunitensi e britanniche, il fidget spinner inizia ad essere venduto anche in Italia

Fonte: Twitter

Il fidget spinner (scatto rotante) è un piccolo cuscinetto che una volta messo tra le dita, viene attivato e riesce a fare mille giri su se stesso. Considerato lo yo-yo del nuovo millennio, è spacciato come antistress alla pari del cubo di Rubik. Alcuni lo considerano addirittura un rimedio per quei bambini affetti da disturbi da deficit di attenzione e da iperattività.

La verità è che il fidget spinner è solamente un oggetto inutile, una nuova moda targata Stati Uniti-Gran Bretagna. In questi paesi il gadget è andato letteralmente a ruba tra i giovani ma, al tempo stesso, è stato bandito dalla scuole. In Italia si inizia a vendere su qualche bancarella e negozio di giocattoli. Online invece, è disponibile su diversi siti a partire da 0,80 centesimi.

Recensioni online

Navigando sul web, il fidget spinner viene promosso come un oggetto dai “poteri magici”, utile contro molte patologie. Si va dalle difficoltà di concentrazione, alla gestioni di impulsi e livello di attività, fino alla riduzione di ansia e stress. Alcune recensioni online consigliano l’uso del prodotto in quanto: ”divertente gioco per ansia, messa a fuoco, Adhd, autismo, smettere le cattive abitudini, rimanere svegli”. Purtroppo, la realtà è ben diversa.

Parola all’esperto

Alberto Rossetti, noto psicologo e psicoterapeuta specializzato in dipendenze da nuove tecnologie, spiega a Repubblica :” E’ sbagliato presentarlo come un gadget che serve a quel tipo di disturbi. Non è così. Il fidget spinner serve come passatempo e antistress come molti visti in passato. E come qualsiasi altro elemento quando in classe ce l’avranno tutti diventerà un problema, perché tutti penseranno a imparare i trucchi e a riprendersi per finire sui social”.

Il fidget spinner all’estero

Dopo il boom di vendite fatte registrare in Stati Uniti e Gran Bretagna, proprio questi paesi hanno vietato per primi l’uso del fidget spinner nelle scuole. Istituti statunitensi della Florida, dell’Indiana, del Connecticut e istituti britannici, come ad esempio la Churchill Academy, affermano che l’oggetto non ha prodotto nessun risultato tra quelli promessi. Al contrario, l’utilizzo del gadget tra i bambini ha fatto registrare un aumento di ansia, stress e maggiore distrazione.

Il prezzo

I più elementari si trovano al prezzo base di di 0,80 centesimi ma, ce ne sono davvero per tutti i gusti. Il prezzo medio di vendita rimane comunque basso, sui 3 euro. Tuttavia, esistono sul mercato anche dei fidget spinner più raffinati e preziosi che arrivano a costare ben 4mila euro. Sul web ci sono diverse proposte, anche un gadget in lega di zinco dal valore di 1.300 euro.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti