La nuova vita di Alex Schwazer: ecco la svolta

L'ex marciatore ha deciso di cambiare attività pur rimanendo nel mondo dell'atletica

Fonte: Getty Images

Alex Schwazer non smette di sorprendere. L’ex marciatore altoatesino, al centro di una controversa vicenda doping che lo ha estromesso dalle Olimpiadi di Rio, ha lanciato il sito di quella che è diventata la sua prima attività professionale (http://www.schwazer-coaching.com/).

Schwazer ha deciso di rimanere nel mondo della marcia, ma con un ruolo diverso rispetto a quello ricoperto fino a questo momento con il supporto – nella seconda fase della sua carriera – dell’inossidabile dottor Sandro Donati. La sua intenzione rimane quella di offrire la propria esperienza, e dunque la professionalità acquisita, nella preparazione per sport di media-lunga distanza.

Il campione olimpico di Pechino 2008 sulla 50 chilometri di marcia, considerato il suo status in ambito sportivo, non potrà operare per società sportive e federazioni né accompagnare i suoi atleti in manifestazioni organizzate o sotto il patrocinio di enti firmatari del codice antidoping della Wada. Schwazer è squalificato come atleta ma non è persona inibita dal sistema sportivo italiano o internazionale.

“Ci tengo a dire – si legge sul sito internet – che non sono né un medico né un dietologo; quindi non verranno consigliati né integratori né piani di alimentazione. Sono un ex- atleta il quale ha sempre discusso con i propri allenatori i programmi di allenamento, conquistando così un grosso bagaglio di conoscenza ed esperienza. Forte di questo bagaglio spero di potervi essere d’aiuto

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti