La regina Elisabetta è in "difficoltà" per la visita di Trump

Lo sostiene al Times ex segretario generale Foreign Office

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Roma, 31 gen. (askanews) – Theresa May ha messo la regina Elisabetta in una “situazione molto difficile”, invitando il presidente americano Donald Trump per una visita di Stato nel Regno Unito. E’ quanto ha scritto il diplomatico britannico Peter Ricketts, ex Segretario del Foreign Office ed ex consigliere per la sicurezza nazionale di David Cameron, in una lettera pubblicata oggi dal Times in cui ha invitato il governo ad “agire in fretta” per evitare a sua Maestà qualsiasi genere di controversia, rinunciando alla visita di Stato e declassandola a visita ufficiale.

Mentre la petizione al Parlamento per bloccare la visita di Trump ha ormai superato 1,5 milioni di firme, Ricketts ha denunciato nella sua lettera come l’invito a Trump sia stato prematuro e senza precedenti, dal momento che nessun presidente è mai stato invitato per una visita di Stato durante il suo primo anno alla Casa Bianca: “Sarebbe stato molto più saggio aspettare di capire quale genere di presidenza sarebbe stata prima di consigliare alla regina di invitarlo”.

Ricketts, che ha anche presieduto il comitato per le visite reali, ha ricordato che i presidenti Obama, Bush e Clinton vennero invitati per una visita di Stato al terzo anno del loro primo mandato.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti