0, 0, 0, 0, 1, 0, 0 trend

La sedia con la ruota perfetta per chi ama i gatti

Non solo criceti, ma anche gatti: oggi anche i nostri amici felini, volendo, possono correre in una grande ruota tutta per loro

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Se pensiamo alla ruota come gioco per animale domestico, ci viene in mente subito il criceto: pensate invece che ne esiste anche una versione gigante, dedicata ai gatti, nata dalla fantasia dei designer Stephan Verkaik e Beth Horneman.

I gatti, lo sa bene chi vive insieme a loro, sono animali volubili e apparentemente incontentabili: cucce, tiragraffi, giochini che i padroni acquistano per loro spesso e volentieri finiscono nel dimenticatoio, mentre il destinatario di tanto amore continua a preferire una scatola come letto o un calzino come giocattolo preferito.

L’idea di Stephan e Beth però è differente: si tratta di una comoda sedia, destinata al padrone, con una ruota incorporata, nella quale il gatto può correre proprio come un criceto. La ruota quindi dovrebbe servire ad assicurare al gatto il movimento di cui ha bisogno, stando però fermo in un posto. Sicuramente una buona idea per gatti giovani e smaniosi di corse e divertimento, mentre forse gatti più adulti (o semplicemente più pigri) preferirebbero forse la sedia del padrone…

Per ora l’invenzione, che si chiama The Love seat, è su Kickstarter, dove è arrivata circa a metà della cifra necessaria per far partire la produzione: chi ha un gatto molto vivace, che salta e corre in giro continuamente, può prendere in considerazione l’idea di finanziare il progetto e vedersi arrivare a casa questa sedia con ruota incorporata, tanto per vedere l’effetto che fa al proprio gatto!

The love seat non è certo l’idea più strana che abbiamo visto su Kickstarter (o altre simili piattaforme di foundraising): c’è stato chi ha messo online un videogioco su Bud Spencer e Terence Hill, chi tappi per orecchie digitali che azzerano i rumori del mondo esterno e chi la lavatrice per cuffiette auricolari. Alla fantasia degli inventori non c’è limite: soprattutto quando si è costretti a fare di necessità virtù.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti