La storia del pasticciere che regala dolci ai più poveri

Si parla in questi giorni di ‘panettone sospeso’ a Milano, ma in Sardegna un pasticciere dona ai poveri i dolci rimasti invenduti.

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

Si dice che a Natale si è tutti più buoni, è vero, ma c’è qualcuno che mette in pratica gesti di generosità in ogni mese dell’anno. Tra di loro c’è un pasticciere sardo, Nicola Loi, alla guida di Miky’s Dream Bakery in quel di Quartu Sant’Elena.

Quando arriva l’orario della chiusura, il titolare lascia fuori dal negozio un sacchetto pieno delle leccornie rimaste invendute alla fine della giornata di lavoro. Bignè, brioches e dolci vari diventano, quindi, un bene condiviso, offerto gratuitamente a chi non può permettersi di comprarlo.

E da qualche settimana, per diffondere la notizia, l’uomo ha pubblicato un post sulla pagina social del locale in cui annuncia l’iniziativa: “Ogni sera alla chiusura lasceremo appesi fuori dei pacchetti con il non venduto! Per chi volesse…”

Una piccola azione che da fine ottobre si ripete come gesto di solidarietà che in periodo natalizio si moltiplica anche nel resto d’Italia grazie a idee come quella del milanese ‘panettone sospeso’.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti