La storia dell'elettricità e di Nikola Tesla, tornato famoso grazie all'auto

Nikola Tesla è l'artefice di rivoluzionarie scoperte ed è considerato uno degli inventori più grandi di tutti i tempi. Scopriamo qualcosa in più su questo genio dell'elettricità

Nikola Tesla è nato il 10 luglio 1856 a Smiljan, in Croazia. Dopo aver lavorato come ingegnere per varie aziende in Ungheria e in Francia, nel 1884 si trasferisce negli Stati Uniti d’America. Qui viene assunto dalla Edison Machine Works di Thomas Alva Edison, il quale diventerà il suo futuro rivale nella cosiddetta “guerra delle correnti”. Dopo essersi licenziato, causa pesanti screzi tra i due inventori, nel 1886 Tesla fonda una propria società e prosegue nei suoi studi sulla corrente alternata.

Numerosi anche i suoi contributi in altri campi, come l’elettromagnetismo, i raggi X, i raggi cosmici e la trasmissione senza fili. Nel 1891 ottiene la naturalizzazione americana. Nel 1893, all’Esposizione Universale di Chicago, mostra a tutto il mondo le enormi potenzialità della corrente alternata. Edison invece, per promuovere la propria corrente continua e screditare l’avversario, inventa una sedia elettrica a CA con cui folgora un elefante davanti a pubblico e telecamere che immortalano la scena, per dimostrare la pericolosità di tale energia.

Questa disputa per il controllo del crescente mercato mondiale dell’energia elettrica del 19esimo secolo è stata ribattezzata “La guerra delle correnti” e si è conclusa con la vittoria di Nikola Tesla. Tra le sue ipotetiche invenzioni, che fa ancora oggi molto discutere tra i sostenitori delle teorie cospirative, quella del teleforce, meglio conosciuto come il raggio della morte. Nonostante sia stato spesso indicato come uno dei favoriti a vincere il Premio Nobel per la fisica, non ha mai conseguito questo riconoscimento. Tesla muore il 7 gennaio 1943 a New York per un attacco cardiaco.

Al suo funerale hanno partecipato oltre duemila persone, tra cui tanti Premi Nobel. Nonostante abbia lavorato come ingegnere, non ha mai conseguito la laurea in ingegneria, essendosi ritirato al terzo anno, ma ha ricevuto numerose lauree honoris causa. Tesla parlava perfettamente sette lingue. La sua figura attira ancora oggi tanta curiosità e considerazione: sono tantissimi i libri e i siti web dedicati all’inventore. Esiste addirittura una casa automobilistica che porta il suo nome, la Tesla Motors. L’azienda automobilistica, finanziata dai fondatori di Google, ha come obiettivo proprio la creazione di veicoli elettrici ad alte prestazioni. Ecco quindi chi era Nikola Tesla, uno degli inventori più grandi di tutti i tempi.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti