La storia della piccola Laura e di quel gesto per i terremotati. Commovente

Una bimba ha destinato al comune di Norcia i suoi risparmi: un gesto generoso, di slancio che ha toccato il sindaco e non solo

“Caro sindaco. Mi chiamo Laura, ho dieci anni e abito a Ne (Genova)”. L’inizio di questa letterina rivolta al primo cittadino di Norcia, Nicola Alemanno, è asciutto, sintetico come quello di una qualsiasi lettera di una ragazzina di quell’età. Laura, però, non è una bambina come le altre almeno non secondo il sindaco del paese colpito dal drammatico terremoto che ha distrutto la splendida città umbra e altri piccoli centri dell’Appennino.

La piccola ha voluto dare un proprio contribuito ai cittadini del comune del Centro Italia colpite dal sisma delle scorse settimane: cinque euro.

“Ogni sera vedo alla televisione la vostra città – prosegue la bambina – e mi fa tanta tristezza. I miei genitori mi hanno fatto vedere le foto che avevano fatto nella vostra città qualche anno fa”, si legge sulla pagina facebook del comune. “Le invio un piccolo aiuto – conclude – e prego che tante altre persone lo facciano”.

Il post ha raccolto migliaia di like e condivisioni sul social network. Anche l’assessore regionale alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini, ha condiviso il post, invitando Laura in Umbria: “Grazie alla piccola Laura di Ne, comune in provincia di Genova, per questo straordinario gesto di generosità e sensibilità, che dà grande forza e speranza a tutti noi. Insieme ai tuoi genitori ti aspettiamo in Umbria, a Norcia in particolare, appena sarà tutto ricostruito… #terremoto #segnidisperanza”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti