La storia di Ranger, il cane eternamente cucciolo

Ranger ha appena due anni ma a causa di una malattia non riesce a crescere: la sua storia è raccontata su Instagram.

Si chiama Ranger il pastore tedesco di due anni che sta incuriosendo il mondo intero. Sì, perché Ranger – che vive a Phoenix, in Arizona – è affetto da una rara malattia che lo rende particolarissimo: il cane, infatti, non crescerà mai e resterà un cucciolo per tutta la vita.

La malattia di Ranger si chiama nanismo ipofisario e a causarla pare sia stato un parassita: all’inizio, Ranger ha sofferto per infezioni alle pelle e problemi al pelo, ma la sua padrona Shelby Mayo si è presa cura di lui e ora racconta su Instagram la storia e la quotidianità del suo fedele amico a quattro zampe.

“È sano e felice e adora saltare e giocare con la sua palla con le sue due sorelle Hazel, il labrador e Jessie, pastore tedesco come lui. – spiega Shelby, come riporta La Repubblica – Quando ho scelto Ranger dalla cucciolata di un allevatore, era il più piccolo del gruppo. Tuttavia, tutti presumevano che fosse perché aveva un parassita chiamato Coccidia. Ma poi è arrivata l’altra diagnosi, più grave”.

“Tante persone ci hanno dato ottimi consigli e hanno condiviso le loro storie – conclude Shelby – il che è sorprendente e speriamo solo di aumentare la consapevolezza sui cuccioli affetti da nanismo”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti