La Supercoppa è del Milan, la Juventus ko ai rigori

Nei tempi regolamentari a segno Mandzukic e Bonaventura

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Roma, 23 dic. (askanews) – Se l’aggiudica il Milan la Supercoppa Italiana a Doha contro la Juventus. La squadra di Montella dopo l’1-1 dei 120′ grazie alle reti di Chiellini e Bonaventura, entrambe nel primo tempo, la spunta ai rigori 4-3 dove pesano gli errori di Dybala e Mandzukik, mentre per i rossoneri ininfluente l’errore di Lapadula. Allegri propone Pjanic trequartista con Mandzukic e Higuain di punta mentre Montella ai affida al collaudato 4-3-3 con Bacca terminale offensivo, supportato da Suso e Bonaventura. I primi 20′ sono tutti di marca bianconera che schiaccia il Milan nella sua metà campo. Al 7′ Mandukic impegna Donnarumma e dieci minuti ci porva Sturaro su assist di Higuain ma anche qui il numero uno rossonero è bravo a dire di no. Il momento di massima pressione bianconera è premiato con la rete del vantaggio. Minuto 18: Pjanic dalla bandierina mette palla al centro dove Chiellini di destro anticipa tutti. Subìto lo svantaggio il Milan si sveglia e prende campo. Al 33′ Allegri perde Alex Sandro per infortunio e al suo posto entra Evra. Al 38′ i rossoneri pareggiano: cross dalla trequarti di Suso dove Bonaventura da centro area di testa supera Buffon per l’1-1.

Inizio secondo tempo a ritmi più blandi anche se è il Milan ad essere più vivace. Al 57′ occasione d’oro per i rossoneri che colpiscono una traversa con il colpo di testa di Romagnoli a Buffon battuto. Il legno però sveglia la Juventus che tre minuti dopo è pericolosa con Khedira, il quale dopo una percussione centrale lascia partire un destro che Donnarumma devìa in angolo. Al 72′ Allegri manda in campo Dybala al posto di Pjanic e proprio l’attaccante argentino al 76′ manda fuori la palla di un soffio con un rasoterra velenoso. All’82’ si vede Bacca che di testa su di un traversone di Suso costringe Buffon in un miracolo ed è l’ultima occasione dei tempi regolamentari. Nel primo tempo supplementare dopo 2′ c’è una monumentale occasione per Bacca che da due passi dopo una mischia non riesce a battere Buffon, poi succede poco anche se è il Milan a tenere il pallino del gioco con una Juventus che sembra stanca. L’ultima occasione dei 120′ è per Dybala che a cinque minuti dal termine sbaglia clamorosamente un rigore in movimento. Ai calci di rigore trionfa il Milan, dove per la la Juventus pesano gli errori dal dischetto di Mandzukic e Dybala, mentre per i rossoneri aveva fallito il primo rigore Lapadula.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti