La svolta inaspettata di Ancelotti: colpa della Playstation

L'allenatore italiano è da poco approdato in Baviera e ha deciso di cambiare.

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: Getty Images

Carlo Ancelotti ha deciso di cambiare le storiche usanze del Bayern Monaco.

Come da tradizione il club bavarese ha sempre ricorso al ritiro per preparare il match in trasferta.

Da quest’anno, per decisione del noto tecnico italiano non sarà più così: la squadra partirà la mattina stessa della partita per raggiungere il campo avversario.

La svolta è stata annunciata dallo stesso Ancelotti in conferenza stampa. E la motivazione non è delle più comuni: colpa della Playstation.

Queste le parole dell’ex tecnico di Chelsea e Real Madrid: “I miei giocatori sono molto professionali. Preferisco che passino la serata a casa con le loro famiglie e i bambini anziché stare in albergo, dove hanno niente da fare la sera. Non voglio che giochino troppo alla Playstation”.

Secondo quanto riportato da fonti vicine all’ambiente bavarese alcuni giocatori si sono presentati più volte in ritardo agli allenamenti per finire i loro giochi virtuali.

Intanto un simpatico episodio avvenuto nei campi di allenamento della Sampdoria sta facendo il giro del web: un branco di cinghiali ha fatto irruzione nel campo inferiore del centro sportivo, campo momentaneamente inagibile per dei lavori di ordinaria manutenzione. Diverse le ore di lavoro necessarie affinché i giardinieri rimettessero le cose a posto dopo il passaggio dei mammiferi, che hanno concentrato le proprie attenzioni sulle fasce, arandole praticamente da bandierina a bandierina.

Solo qualche mese fa un altro branco di cinghiali aveva fatto la propria comparsa nei pressi del green del campo da golf di Pontegrosso, presso Salsomaggiore, in provincia di Parma, ed anche nei terreni agricoli limitrofi provocando una serie di lamentele e destando anche preoccupazione.

Un fenomeno che si è andato intensificando, come si legge sulla Gazzetta di Parma. Tra boschetti, prati, laghetti e anfratti i cinghiali hanno trovato un habitat perfetto. Naturalmente la loro presenza contrasta fortemente con la pratica sportiva del golf e l’ambiente curato nel quale si svolge.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti