"La vita è bella": ma Pogba fa infuriare i vicini

In attesa di convincere in campo, per il fuoriclasse francese spuntano disavventure "da condominio" a Manchester

Fonte: Getty Images

Canta che ti passa? Sì, ma modera il volume. Il primo mese e mezzo dopo il grande ritorno non è stato certo esaltante per Paul Pogba a Manchester: la rivoluzionata squadra di Mourinho ha già perso due volte in campionato, derby compreso, e balbetta pure in Europa.

Si tratta dello scotto da pagare alle tante novità portate dal mercato, ma anche alla pressione di dover vincere a ogni costo, ma se c’è chi ha poco da rimproverarsi come Zlatan Ibrahimovic, non altrettanto si può dire per il centrocampista francese, ancora lontano da standard di rendimento adeguati alla valutazione di 105 milioni che ne hanno fatto il calciatore più pagato della storia.

Le giustificazioni non mancano, dal ruolo difensivo assegnatogli da Mourinho davanti alla difesa appunto alla pressione di dover giocare con un prezzo “appeso al collo”, fatto sta che si attende ancora la svolta.

Nell’attesa, Paul fa parlare di sé fuori dal campo: prima lo strano regalo agli ex compagni bianconeri, ora la musica a palla nell’hotel in cui Paul alloggia a Manchester. Pogba ha infatti seminato lo scompiglio tra i clienti del Lowry, l’albergo, ovviamente lussuosissimo a 5 stelle, dove l’ex juventino sta trascorrendo i primi mesi della seconda vita a Manchester in attesa di trovare un domicilio… adeguato alle proprie esigenze.

Ebbene, secondo quanto riportato dal 'Sun', gli avventori dell’hotel si sono lamentati pubblicamente per il frastuono che proviene anche a tarda sera dalla stanza di Paul, tra musica ad altissimo volume, canti e danze. Secondo le testimonianze dei clienti “normali”, la scena si ripete troppo spesso, ma i margini di manovra sarebbero ridottissimi.

L’affitto pagato dal Manchester United per l’alloggio di Pogba sarebbe infatti così alto che i proprietari del Lowry non se la sentirebbero di protestare.

Ubi maior, rumor non cessat, insomma, come ha placidamente fatto intuire lo stesso Paul attraverso un messaggio lasciato su Instagram: “Viva la vita! Divertirsi come sempre!”. E chi non dorme, cambi albergo.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti