L'Allieva 3, Alessandra Mastronardi e la prima foto sul set

Ricominciano le riprese de 'L'Allieva 3': a confermarlo un selfie di Alessandra Mastronardi e la didascalia 'Si ricomincia!'.

16 Giugno 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Dopo l’apertura graduale delle varie attività, in seguito al lockdown causato dalla pandemia, riaprono i battenti dei set cinematografici e televisivi (anche se nel pieno rispetto delle norme vigenti, che limitano ad ogni modo gli assembramenti). E così, piano piano, la tv torna in vita.

A ripartire, in prima linea, sono le riprese de L’Allieva 3. La conferma arriva direttamente dalla protagonista Alessandra Mastronardi sui social. Sul proprio profilo Instagram, Alessandra ha infatti pubblicato una story chiarissima: una foto palesemente rubata sul set, in cui Alessandra appare munita di rigorosa mascherina e la scritta – didascalica – “Si ricomincia…! L’allieva 3”. Insieme all’attrice l’attore Fabrizio Coniglio, che nella serie interpreta il ruolo di Visone. Anche Fabrizio, nel pieno rispetto delle regole, indossa la mascherina.

Una bellissima sorpresa per i fan della fiction, che tornerà dunque presto in onda dopo lo stop causato dalla quarantena. A causa dell’emergenza sanitaria causata dal Covid-19, infatti, le riprese erano state bruscamente interrotte nel mese di marzo, mentre erano regolarmente in corso. Si tratta di fatto dunque di una vera e propria ripresa, perché alcune scene della terza stagione erano già state girate e probabilmente tenute in caldo in attesa di poter tornare a lavorare in sicurezza.

Lino Guanciale, altro protagonista della fiction, si era mostrato – sempre a mezzo social – più che concorde con la scelta di chiudere e fermare tutto (del resto, obbligata e necessaria).

“Adesso ci siamo, anche il nostro set si è fermato. – aveva scritto Guanciale – Ed è un bene. Perché restando a casa, sostenendo le strutture sanitarie chiamate a duri sforzi e osservando le regole ce la faremo. Tutti insieme. Questa surreale condizione ci lega tutti, ed è una novità per il nostro grande, magnifico e spesso troppo diviso Paese. Siamo tutti dalla stessa parte e possiamo dimostrare di quanta forza, disciplina, cura e amore per noi stessi siamo capaci. #iorestoacasa, sì, ma non per fermarci… nei prossimi giorni inventiamoci qualcosa per riempire questo momento di riflessioni e spunti nuovi. Io mi impegno: la cultura non si ferma. Stringiamoci tutti attorno a quello che ci unisce: non la paura, ma l’amore per le nostre città, le nostre regioni, la nostra nazione”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti