L'amarezza di Adriano Galliani: ecco che accadrà dopo il closing

Per Adriano Galliani il futuro non è affatto scontato. Dopo 30 anni infatti, sta per chiudersi l’era segnata dalla presidenza di Silvio Berlusconi e sta per aprirsene una nuova all’insegna di una proprietà cinese.

L’attuale amministratore delegato rossonero ha ricevuto la Guirlande d’honneur dalla Ficts, a margine della premiazione ha spiegato: “Il Milan per me rappresenta l’amore eterno. Adesso sono concentrato sul mio lavoro e lo sto dimostrando, lo sarò fino al giorno del closing. Da quel momento in poi resterò un tifoso del Milan“.

Galliani lascerà la società in concomitanza dell’approdo della nuova proprietà: “I dirigenti passano, il Milan resta e quello che conta è il bene del Milan. È importante che si continui a far bene così come si è fatto bene durante il ciclo Berlusconi. Io amo ricordare non solo i 28 trofei vinti ma anche i 16 secondi posti e non dimentico che abbiamo guadagnato anche un’ultima finale, quella di Supercoppa Italiana”.

“Sento Berlusconi tutti i giorni, lui è innamorato del Milan – ha chiuso Galliani – e gioiamo ancora insieme per le vittorie della squadra. Spero che con la nuova proprietà cinese il Milan possa tornare ai vertici ma in Europa adesso ci sono delle realtà incredibili, sarà molto difficile competere”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti