Lapo Elkann simula sequestro, arrestato a New York

L'imprenditore avrebbe simulato un sequestro per ottenere 10mila dollari dalla famiglia dopo una notte brava con una escort a New York

Fonte: Instagram

Lapo Elkann è stato tratto in arresto dalla polizia di New York, per poi essere rilasciato in un secondo momento, con l’accusa di falsa denuncia. Stando a quanto riportano i media americani, il nipote di Gianni Agnelli avrebbe simulato un sequestro per ottenere ottenere 10mila dollari dalla famiglia, dopo aver speso tutti i soldi droga e alcol, durante due giorni di festini trascorsi a Manhattan in compagnia di una escort transessuale 29enne.

Lapo Elkann sarebbe arrivato New York per la festa del Thanksgiving, e una volta lì avrebbe contattato una escort di 29 anni. Stando a quanto ha riportato il “New York Daily News” si sarebbe trattato di un transgender, con cui Lapo Elkann avrebbe trascorso due giorni spendendo tutti i soldi in marijuana e cocaina. Una volta finiti i soldi, Lapo Elkann si sarebbe fatto anticipare una somma di denaro dalla escort per acquistare altra droga, promettendole di restituirglieli.

Secondo le fonti di polizia citate dai media statunitensi, è qui che il rampollo della famiglia Agnelli avrebbe escogitato il piano del falso sequestro: Lapo avrebbe quindi chiamato la famiglia, affermando di essere tenuto in ostaggio e chiedendo 10mila euro per essere rilasciato. Un membro della famiglia avrebbe  quindi contattato la polizia, che avrebbe organizzato una finta consegna del denaro, fermando infine Lapo Elkann e la escort.

Le indagini avrebbero accertato che l’idea era stata del rampollo di casa Agnelli, al quale è stata consegnata una citazione a comparire davanti ad una corte. Stando alle dichiarazioni di fonti vicine all’imprenditore della moda, Lapo Elkann avrebbe dichiarato di “non avere nulla da commentare o da aggiungere alla notizia circolata”. Non è la prima volta che Lapo Elkann si trova nei guai. Nel 2005, l’imprenditore fu ricoverato per un’overdose di droga, dopo una notte in compagnia di una transessuale in un appartamento di Torino. Recentemente, Lapo Elkann era finito anche al centro di una storia di ricatti ed estorsioni da parte di un fotografo e di un cameriere, con un video che avrebbe ripreso Elkann nel corso di un pomeriggio trascorso tra “droga e autoerotismo”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti