L'artista brasiliano che usa gli alberi in fiore per i capelli

I rigogliosi rami fioriti degli alberi diventano la chioma di questi murali per le vie di Trinidade in Brasile.

7 Settembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Si chiama Fábio da Costa Gomes lo street artist che riempie di colore le vie di Trinidade, comune del Brasile. Situato nello Stato del Goiás, il piccolo centro urbano sta facendo il giro della rete (e in particolare dei social) proprio grazie ai murales coloratissimi dell’artista che hanno una caratteristica specifica tale da renderli inconfondibili.

Gomes, infatti, sceglie con cura gli angoli da riempire coi suoi volti di donne che sono rigorosamente incorniciati da chiome di alberi fioriti. I rami rigogliosi diventano, così, i capelli folti dei ritratti nei graffiti che spuntano qua e là per la cittadina. Applauditissime, ma soprattutto super fotografate su Instagram, le opere del brasiliano hanno conquistato in pochissimo tempo l’apprezzamento dei passanti e non solo.

Addirittura anche una star come l’attrice statunitense Viola Davis e la madre di Beyoncé, Tina Knowles, ne sono rimaste incantate, rilanciando così la popolarità dei graffiti di Fábio da Costa Gomes. I volti femminili disegnati sui muri sono diverse centinaia e integrano arte figurativa, natura e ambiente urbano. L’uomo predilige rappresentare ritratti di giovani donne e bambine afroamericane con la loro acconciatura riccia delineata dalla chioma degli alberi.

Alberi che, al momento della fioritura, letteralmente esplodono di colori accendendo lo spazio che circonda e completa il murale. Un’immagine perfetta da inquadrare e postare sui social. Al di là della cifra stilistica in senso stretto che caratterizza Gomes nel panorama della street art, l’intento è anche quello di far riflettere sulla condizione sociale femminile.

Lo stesso artista, del resto, arriva da un percorso fatto di disagi e difficoltà ma grazie all’arte – e a una buona dose di perseveranza – è riuscito a imporsi all’attenzione internazionale. E pensare che tutto è nato da un albero di acerola piantato vent’anni addietro vicino alla casa dello stesso Gomes.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti