Lasci il tuo gatto uscire di casa? Stai sbagliando

Il gatto è un animale domestico molto indipendente, ma c'è una ricerca scientifica che vi spiega perchè sarebbe meglio tenerlo il più possibile a casa

Il gatto è un animale domestico molto particolare, legato al suo padrone (sai in che modo ti dicono “ti amo?”) ma anche decisamente indipendente ed amante dei suoi spazi: in generale gode di molta libertà, quindi può uscire ed entrare a suo piacimento da casa. C’è chi però preferisce tenerlo più tra le mura domestiche (soprattutto chi abita in città) e chi invece lo lascia sempre fuori, magari in giardino. Ora c’è una ricerca scientifica a spiegare perché un atteggiamento è più corretto dell’altro.

Uno studio condotto dalla School of Forestry and Wildlife Sciences dell’Auburn University (Alabama) ha infatti stabilito che il gatto dovrebbe restare in casa per preservare se stesso, la sua famiglia e anche l’ambiente che lo circonda. Secondo questa ricerca, che ha analizzato 19 tipologie di germi che possono portare infezioni pericolose in diversi paesi del mondo (concentrandosi ad esempio sulla Toxoplasmosi), l’animale che vive tra le mura domestiche ha decisamente meno possibilità di contrarre malattie trasmissibili all’uomo.

I gatti inoltre sono animali predatori e la loro intensa attività di caccia può danneggiare la biodiversità nell’ambiente che li circonda: se pensate che sia esagerato, pensate che in Australia i gatti uccidono più di un milione di uccellini al giorno (studio condotto dall’Australian National University). I gatti randagi sono all’origine dell’estinzione di diverse specie, soprattutto piccoli uccelli e roditori (anche se c’è sempre l’eccezione che conferma la regola…)

La scienza quindi consiglia di accudire il proprio gatto il più possibile fra le mura domestiche: se proprio volete farlo uscire, controllatelo sempre e curate l’igiene, lavandovi spesso le mani (dopo aver toccato queste cose devi lavarle assolutamente) e disinfettandole. E’ anche consigliato tenere le cose del gatto, la lettiera e le ciotole, in una stanza a parte rispetto a cucina e bagno. Se il gatto, soprattutto in inverno, ama dormire in casa, è bene proteggere la sedia o la poltrona preferita con un panno o un asciugamano da lavare spesso.

Con queste piccole accortezze, il gatto può stare tranquillamente in casa e sfogare quotidianamente le sue energie all’aperto, mantenendosi in buona salute e senza mettere a rischio la sua famiglia umana (e l’ambiente!).

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti